Juve-Napoli, Marchisio cambia idea: “sentenza giusta, chi sbaglia paga”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

La questione Juventus-Napoli, di certo non finirà qui. Sarà una partita legale che andrà oltre i 90 minuti che qualsiasi appassionato di calcio preferirebbe vedere.  Dopo la sentenza del giudice sportivo con il 3-0 a tavolino per la Juventus ed anche il punto di penalizzazione al Napoli, che ricordiamo, in campionato ha ottenuto 2 vittorie, segnando 8 gol senza subirne uno, adesso si ritrova a a metà classifica.

Sfottò sui social, come ha fatto uno sponsor della Juventus, che col -1 sullo sfondo del golfo di Napoli, irride i partenopei, che se non sfociano sul razzismo sono simpatici.

Tra i tanti a dire la propria opinione, ieri è tornato il “principe” Claudio Marchisio, ex centrocampista bianconero, ora opinionista alla Rai, che dopo Italia-Olanda ha detto: “cosa penso? la sentenza è giusta, questo è un segnale per il futuro anche per le altre squadre. Chi sbaglia, paga”.
Ma come? eppure Marchisio, sempre pacato ed equilibrato, aveva difeso la decisione dell’Asl di Napoli di non far partire gli azzurri per Torino, beccandosi anche tantissimi insulti da parte dei suoi ex tifosi, che sui social lo massacrarono.
Chissà. Intanto, Cr7 ha violato il protocollo anti-Covid, come ha detto anche il Ministro dello Sport Spadafora.
Ma Agnelli, lo coccola e lo difende: “abbiamo applicato protocollo della Figc”.

  •   
  •  
  •  
  •