E’ morto Diego Maradona. Ecco come stava El Pibe de Oro nelle ultime settimane

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Una notizia choc arriva dall’Argentina, come un fulmine a ciel sereno, che sconvolge tutto il mondo del calcio: Diego Maradona è deceduto all’età di sessanta anni, compiuti lo scorso 30 ottobre. El Pibe de Oro, leggenda del calcio e del Napoli, era stato poco bene nelle ultime settimane e ,secondo quanto riportato dalle principali testate giornalistiche argentine e del mondo, è morto per un arresto cardiorespiratorio. Ecco di seguito come si è stravolta la situazione dall’intervento al cervello fino alla tragica notizia.

Le ultime settimane di Diego Maradona

Diego Maradona era stato ricoverato, il 2 novembre 2020, a La Plata a causa di sintomi di anemia e di depressione. In quel centro sanitario, i medici avevano rilevato un coagulo nel cervello, causato da un colpo alla testa, e lo avevano trasferito alla clinica Olivos per l’operazione. Operazione delicata, durata circa 80 minuti, che è avvenuta con successo ed anche con molti segnali positivi. Poi, il 12 novembre, le dimissioni e il ritorno a casa per la riabilitazione. Riabilitazione che sembrava procedere bene, con tanti messaggi incoraggianti e positivi da parte dei medici, ma negli ultimi giorni la situazione era cambiata. Nei giorni scorsi la famiglia e il suo ambiente avevano notato un Maradona “MOLTO ANSIOSO E NERVOSO”, e c’era l’idea di trasferirlo a Cuba per la sua riabilitazione, dove aveva già passato alcuni anni a combattere la sua dipendenza dalla cocaina. Oggi la notizia, intorno alle ore 13:02 argentine (17:02 italiane), del decesso del Pibe de Oro dopo che i medici che lo assistevano 24 ore su 24 hanno cercato di rianimarlo senza successo. A nulla è servito il repentino intervento delle ambulanze, ben nove.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Oggi ci lascia il Dio del Calcio, addio Diego!

  •   
  •  
  •  
  •