Milan, la prima di Bonera: “La squadra sa cosa fare”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Alla vigilia di Napoli-Milan di domani sera, per i rossoneri arriva Daniele Bonera in conferenza stampa. Stefano Pioli e il suo vice, Murelli, ancora positivi al Covid-19, verranno sostituiti proprio da lui. L’ex difensore sulla partita al San Paolo: “Tutte le partite sono molto importanti, fa parte di un percorso iniziato da lontano. Non è un esame finale, è un tassello che ci porterà ad un eventuale successo finale, ma è molto presto per parlarne”. 
La gara di Napoli non sarà facile, l’ex giocatore del Milan lo sa: “Ricordo con affetto tutte le partite che abbiamo vinto. A Napoli non vinciamo da 10 anni, in difesa c’ero io e in avanti Zlatan”.

Milan, Bonera: “Felice di ritrovare Rino a Napoli”

L’allenatore provvisorio dei rossoneri ritroverà un grande ex compagno a Napoli, Rino Gattuso, i due oltre ad essere stati compagni di squadra al Milan sono anche amici: “Sono felice di tornare al San Paolo e di trovare Gattuso come avversario. E’ stato un compagno di squadra e adesso è un amico sia sul campo che fuori e ci sarà tempo per salutarsi con affetto”. 
Una settimana difficile quella vissuta a Milanello, senza l’allenatore né il suo vice, Bonera ha dovuto gestire tutto da solo, ma non proprio, così come racconta: “Non mi sono mai sentito da solo, ero in continuo contatto con il mister e il suo vice. Sia prima che dopo gli allenamenti. Ho avuto carta bianca sugli allenamenti, ma Pioli è sempre stato con noi”. Il Milan ha bisogno di continuità nei risultati, necessita di fare bene anche contro il Napoli se vuole ancora guidare la classifica di Serie A. L’allenatore, al riguardo, ha dichiarato: “La squadra sa cosa deve fare per ottenere risultato. I giocatori daranno il massimo e come sempre scenderanno in campo con l’idea di vincere”.

Le condizioni dei giocatori e gli infortunati

Bonera aggiorna anche sulle condizioni dei giocatori, quelli disponibili anche quelli infortunati, come Leao, infortunatosi durante la sosta in Nazionale: “Ante è un giocatore importante, ha bisogno di una certa condizione, ma è potente, veloce ed esplosivo. Zlatan aveva bisogno di staccare mentalmente e si è presentato in forma. L’infortuno di Rafa non ci voleva, ma abbiamo anche alternative davanti. Alessio è il nostro capitano, siamo contenti di tutto ciò che fa e ha tutto il nostro supporto. Non vedo problemi”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Morte Maradona, tante incongruenze e misteri: aperta un'inchiesta. Ecco i dettagli