Perù, ecco Lapadula!

Pubblicato il autore: Bryan Rojas Segui


Possiamo dire che è finalmente iniziata l’avventura di Gianluca Lapadula con la maglia del Perù. All’aeroporto Jorge Chavez di Lima, ad attenderlo c’era un folto gruppo di giornalisti, ma a causa delle restrizione da coronavirus, non ha potuto lasciare nessuna dichiarazione. L’attaccante italoperuviano militante nel Benevento, è stato accompagnato dai suoi genitori in questa sua prima avventura in terre peruviane. L’entusiasmo tra i tifosi è alle stelle, e la curiosità di vederlo indossare la maglia biancorossa cresce sempre di più. Nella capitale sono iniziate le vendite della maglia con il numero nove la scritta Lapadula, che stanno andando a ruba velocemente

Lapadula – Perù, un flirt nato da tempo

L’attaccante torinese è già da qualche anno che viene accostato alla nazionale sudamericana. Tutto iniziò nel 2016, durante quella stagione fantastica a Pescara in Serie B. Il commissario tecnico dei peruviani, Ricardo Gareca, fece visita a Lapadula proprio il giorno del suo compleanno, con l’intento di convincerlo a giocare per la nazionale biancorossa. La risposta fu negativa, in quel momento, Lapadula sognava di vestire la maglia azzurra. Ed effettivamente, la chiamata arriva e Ventura, all’epoca CT della nazionale, decide di convocarlo due volte. Lapadula riesce a debuttare con l’Italia segnando anche una tripletta contro il San Marino. Fu l’unica apparizione con gli azzurri, e dato che la partita era una semplice amichevole e non un incontro ufficiale, era ancora disponibile per un’eventuale convocazione da parte della Blanquirroja. Nell’ottobre del 2020, decide di chiamare la federazione peruviana per iniziare i procedimenti di acquisizione della nazionalità. Grazie al supporto della federazione, le procedure sono quasi ultimate e potrebbe prendere parte già nella partita contro il Cile.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Tra qualche ora il primo allenamento con la squadra

Lapadula è partito da Roma, dove successivamente ha fatto scalo ad Amsterdam e Panama City, ultima fermata prima di approdare a Lima. Atterrato alle 22:00 circa (4 del mattino in Italia), è stato prima sottoposto a un test rapido per scongiurare qualsiasi positività inerente al Covid19, e dopo è stato trasportato nell’hotel dove è ospitata tutta la squadra. Tra qualche ora potrà iniziare gli allenamenti assieme al resto della squadra in vista delle due partite di qualificazione al mondiale contro Cile e Argentina. Lapadula spera di poter partire addirittura titolare, complici le assenze per infortunio, dei due attaccanti titolari Guerrero e Farfan.

  •   
  •  
  •  
  •