Roma,Brighi: “Quella sera di Cluj fu un sogno”

Pubblicato il autore: Anthony Cervoni Segui


L’ex centrocampista giallorosso Matteo Brighi si è concesso in una lunga intervista al sito ufficiale del club, dove ha ricordato il suo periodo alla Roma e in particolare la sfida con il Cluj del 2009 dove siglò una doppietta importantissima. Queste le sue parole:

Di cosa si occupa oggi?

“Sto collaborando con l’AIC, l’Associazione Italiana Calciatori. E ho una mia scuola calcio a Rimini insieme ad altri amici. Alleno i bambini ma non credo di fare l’allenatore in futuro”.

Che ruolo ricopre nell’AIC, invece?
“Non ho ancora un incarico ufficiale. Giro per le sedi di diverse squadre insieme ad altri colleghi, parliamo con i calciatori degli argomenti di attualità. Su come comportarsi e quali misure da adottare in questo momento così particolare ma facciamo incontri e lezioni anche online.

Leggi anche:  Quanto bello è l'Hellas Verona, sorpresa del campionato

Lei come sta vivendo questa situazione particolare?
Si cerca di uscire meno possibile, mantenere le distanze usare tutto ciò che serve. Vivo a Rimini, ho le mie radici.

Se le dico Roma?

Le rispondo l’apice della mia carriera. Venivo da anni di serie A, ma alla Roma mi sono completato.

Come vive il calcio la Capitale d’Italia?
Con tanta passione tramite tv, radio e giornali. C’è un interesse incessante.

Un vantaggio o uno svantaggio per voi giocatori?
Dipende, ma sicuramente una spinta di più che responsabilizza.

La squadra di Fonseca giocherà il 26 Novembre contro il Cluj proprio come quel giorno dove lei fece quella doppietta…
Ricordo con nostalgia e felicità quella sera. Segnare in Champions League fu un sogno. Vincemmo 3-1 e ci qualificammo agli ottavi di finale.
Furono anni appassionati e vincenti…quale fu il segreto?
Eravamo molto uniti, facile dire Totti ma avevo un ottimo rapporto con Perrotta, Cassetti, De Rossi, Tonetto, Vucinic.

Leggi anche:  Inter-Milan 2-1, derby di fuoco: rissa, rosso, proteste, var e rigore. Ecco la Moviola

Doveva arrivare alla Roma, ma arriva successivamente grazie a Spalletti..
Il mister lo ringrazierò sempre, mi ha dato fiducia e ha rappresentato tanto per me. Mi fece esordire nella Supercoppa a Milano vinta grazie al gol di De Rossi.

Segue la Serie A?
Spesso, le guardo tutte. Anche la Roma ovviamente.

Che idea si è fatto della Roma?
Ha cambiato poco e ha inserito Pedro. Anche la rotazione sta dando i suoi frutti. La mano di Fonseca si vede, la Roma gioca bene al calcio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: