Lazio, ancora caos tamponi: altri 3 positivi, Lotito infuriato

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


La Lazio è entrata in un vortice infinito con il caso dei tamponi. Ieri l’ennesima puntata, che ha trascinato la società in un nuovo caos. Lunedì la Uefa aveva fermato tre giocatori biancocelesti per positività, in seguito ai tamponi eseguiti. I tre giocatori erano: Immobile, Leiva e Strakosha.
Ieri la società capitolina si è rivolta ad un nuovo laboratorio per effettuare test, Campus Biomedico di Roma, che ha rivelato la positività di tre giocatori. I nomi dei positivi, per privacy, non sono stati annunciati pubblicamente. In seguito a questi risultati, la società di Lotito si è rivolta di nuovo al laboratorio Futura Diagnostica di Avellino, il quale ha evidenziato la negatività in tutti i test effettuati.
Secondo la società biancoceleste la discordanza tra i due risultati è semplicemente causata dal tipo di test effettuato: un laboratorio ha effettuati i test rapiti molecolari, l’altra no.

Leggi anche:  Acceso scontro in radio tra Cruciani e Maradona junior

Valgono i test molecolari, tutta la Lazio disponibile contro la Juve

Per il protocollo federale valgono i test molecolari, quindi secondo i risultati ottenuti dal Laboratorio Diagnostica di Avellino i giocatori sono tutti negativi e di conseguenza disponibili per la partita contro la Juventus.
Intanto proseguono le indagini della procura della Federcalcio, per accertarsi che la Lazio non abbia violato i protocolli. Sono stati chiesti i referti dei tamponi eseguiti prima della gara di Europa League contro lo Zenit e quella di campionato contro il Torino e anche quelli prima di giocare con il Club Brugge.
Una violazione dei protocolli costerebbe caro alla società biancoceleste, le sanzioni vanno da una semplice multa alla penalizzazione o peggio ancora alla retrocessione.
Nonostante possono essere tutti disponibili, molti giocatori non hanno preso parte all’allenamento in vista dei bianconeri, tra questi i tre giocatori segnalati dalla Uefa, si sono aggiunti anche Lazzari, Luis Alberto e Anderson.
Intanto il Presidente Lotito è infuriato per questo accanimento contro la sua società, alla Repubblica, ieri mattina, ha dichiarato: “Ce stanno a fa il gioco delle tre carte. Anche Tare è positivo”. Sul caso Immobile dice: “Oggi nessuno, però, ti dice se uno è infetto oppure no. Per me la valutazione la deve fare il medico. Io non so se Immobile si è allenato a Formello martedì perché io non c’ero. Il dottore gli ha dato l’idoneità sportiva, confermando la capacità polmonare a riposo e sotto sforzo”.

  •   
  •  
  •  
  •