Un Immobile infinito…

Pubblicato il autore: antonio gentile Segui

Dopo la tempesta arriva il sereno tutto questo è accaduto allo straordinario Ciro Immobile rientrato
nel nubifragio di Crotone a dare sostegno e successivamente ai suoi compagni di reparto nella sfida in Champions contro lo Zenit, con una prestazione da grande campione esattamente con una doppietta esemplare da vero capitano con un tiro e un rigore trasformato. Un Giocatore che a 30 anni suonati riesce sempre a stupire in una rinascita nella sponda laziale lontano dal passato europeo in un Dortmund prestigioso ma non convincente verso i dirigenti teutonici. Il resto è storia tornando con le parole al presente, intanto tutti gli chiedono quale sia il suo segreto di queste prestazioni ad alto livello?
La sua risposta ai microfoni sono gli esempi da seguire vedi lo stesso Cr7 alla Juve o Ibra al Milan… Che lo hanno motivato a crescere sempre di più certo lui si augura di arrivare alla loro età ancora forte come lo è attualmente, ma le storie calcistiche non hanno mai fine. Un’ altro passaggio molto importante fa riferimento alla sua vita calcistica in quanto si sente come un bambino senza i suoi giochi quando sta fermo non per causa sua vedi Covid… Elogiato da tutti e accostato ai più grandi per numero di goal segnati in Europa rendendo sempre più prestigiosa la storia della stessa Lazio nel tempo. Si aggiunge a tutto questo in ultima analisi che lo stesso Immobile è un campione fuori dal campo anche con la sua umiltà elogiando i suoi compagni per metterlo nelle condizioni di fare grandi prestazioni a suon di goal incredibili. Intanto il suo allenatore Inzaghi se lo tiene stretto in vista di impegni di alto livello, oggi l’obiettivo si chiama Ottavi di Champions sognando di arrivare sempre più in alto con le prodezze di un grande professionista…

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Diletta Leotta, addio a DAZN: al suo posto arriva una giornalista di Mediaset