Buon compleanno José Mourinho! Lo Special One festeggia 58 anni

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

Festeggiare 58 anni e chiamarsi José Mourinho con una carriera alle spalle ricca di successi. Non è un caso che l’attuale tecnico del Tottenham vanta 2 Champions League con Porto e Inter e 2 Europa League con Porto e Manchester United ma non solo se pensiamo nei successi conquistati in Portogallo, Inghilterra, Italia, Spagna e Inghilterra passando in squadre di alto livello e di campioni coccolati dal tecnico di Setúbal.Un palmares incredibile che va dalle storiche vittorie con il Porto (Campionato, Coppa e Supercoppa di Portogallo, Coppa Uefa e Champions League), ai trofei inglesi con il Chelsea e il Manchester United (4 Coppe di Lega, 2 Premier League, 2 Community Shield e 4 Coppa d’Inghilterra e 1 Europa League ), dall’incredibile “triplete” del 2010 con l’Inter (a cui va aggiunto un campionato nella stagione 2008-2009) alle 3 conquiste in terra spagnola con il Real Madrid (Coppa di Spagna, Campionato e Supercoppa).

Leggi anche:  Inter in corsa scudetto con 6 vittorie consecutive: 2-1 a Parma, +6 dal Milan

Perché ovunque è andato Mourinho ha lasciato il segno. Tutti (o quasi tutti) i giocatori tifosi si sono innamorati delle sue parole. A Milano è bastato dire “zero titoli o non sono un pirla” con un italiano perfetto che ha lasciato stupiti gran parte della stampa italiana.

Le frasi più famose di José Mourinho

“Quando sono in un club, mi piace essere uno di loro e mi piace sentire quello che sentono le mie persone. È una sensazione nuova per me quando passo da un club all’altro, ma imparo quella sensazione molto, molto velocemente. Quando vado al derby da allenatore dell’Inter so cosa significa per loro. Quando vado come allenatore del Real Madrid, so cosa significa per loro. E quando vado come allenatore del Tottenham, so cosa significa per loro

Leggi anche:  Juventus, torna l'incubo Covid-19: il comunicato su Bentancur

“A me non piace la prostituzione intellettuale, a me piace l’onestà intellettuale. Mi sembra che negli ultimi giorni ci sia una grandissima manipolazione intellettuale, un grande lavoro organizzato per cambiare l’opinione pubblica per un mondo che non è il mio. Negli ultimi due giorni non si è parlato della Roma che ha grandissimi giocatori, ma che finirà la stagione con zero titoli. Non si è parlato del Milan che ha 11 punti meno di noi e chiuderà la stagione con zero titoli. Non si è parlato della Juve che ha conquistato tanti punti con errori arbitrali

“Noi siamo ancora i campioni d’Inghilterra e io sono ancora lo Special e l’Happy One. Se torniamo indietro di tre mesi, eravamo la miglior squadra d’Inghilterra, il miglior allenatore e i migliori giocatori. La crisi del terzo anno? Cliccate su Google invece di fare domande stupide e andate a vedere cosa ho fatto al terzo anno

Leggi anche:  Roma, Veretout a Villa Stuart: lungo stop per il francese

Buon compleanno Special One! 

  •   
  •  
  •  
  •