Inter, vietato sottovalutare il Benevento di Inzaghi

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

“Il Benevento sta facendo bene. Sono contento per  Inzaghi che dopo la promozione si sta confermando in Serie A. Sono contento per Inzaghi che dopo la promozione si sta confermando in Serie A. Inizia il girone di ritorno e i punti cominceranno a pesare per tutti, a prescindere dagli obiettivi per cui si gioca , nella seconda parte del campionato ci sarà più attenzione da parte di tutta la squadra” così il tecnico dell’ Inter Antonio Conte ha presentato il match  in programma domani sera alle 20:45 contro il Benevento di Filippo Inzaghi.

Ed è proprio “la pesantezza dei punti nel girone di ritorno” che può far paura se l’Inter dovesse scendere in campo con la testa al mercato o alla semifinale di andata di Coppa Italia contro la Juventus. La fatica fisica coincide con quella mentale contro il Benevento ci vorrebbe un Inter decisa a liquidare la pratica in 45 minuti. Ma il Benevento non è squadra che si fa sottomettere e riesce a rispondere colpo su colpo a tutte le grandi squadre del nostro campionato: il 28 novembre 2020 la squadra di Inzaghi ha fermato sul pari i campioni d’Italia in carica della Juventus, giocando un’ottima partita.

Leggi anche:  Selvaggia Lucarelli: "L'uso che il giornalismo sportivo fa delle belle ragazze è già una molestia"

Conte dal suo potrebbe dare respiro a De Vrij e Brozovic in vista della semifinale di andata di Coppa Italia di martedì prossimo contro la  Juventus. Il Benevento dovrà rinunciare a Moncini , Letizia , Sau, Tuia  e Maggio ma rispetto alla gara contro il Torino recupera  Roberto Insigne e il centrocampista Foulon, né è  da sottovalutare la prima chiamata per i difensore Fabio De Paoli arrivato in prestito di diritto di riscatto dalla Sampdoria che potrebbe essere schierato dal primo minuto.

  •   
  •  
  •  
  •