Juventus-Napoli, si gioca: i motivi del rinvio di DeLa

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


La finale di Supercoppa Italiana si giocherà
. Negli ultimi giorni era girata voce che De Laurentiis avesse chiesto un rinvio della gara nel mese di maggio, ma ancora non erano note le motivazioni di questa idea del patron partenopeo. Non sono poche le polemiche nate intorno a questa situazione, poi confermata. Successivamente la Lega si è dissociata dal prendere una decisione del genere, confermando la gara per il 20 gennaio 2021 al Mapei Stadium di Reggio Emilia alle ore 20.45.

Juventus-Napoli, le motivazioni di De Laurentiis

Il Napoli, per chiarire la situazione e mettere a tacere le polemiche, ha diramato un comunicato ufficiale sul proprio sito web. Ecco cosa recita il suddetto: “Risponde al vero il fatto che il Presidente Aurelio De Laurentiis aveva richiesto uno spostamento della partita a fine campionato, o in una data eventualmente disponibile in primavera, per una serie di motivi di grande ragionevolezza.Ma si è sempre trattato di una proposta. Se la partita si fosse disputata in primavera, ci sarebbe stata la speranza di aprire, anche parzialmente, al pubblico. 
Inoltre, la proposta di De Laurentiis era rivolta a cercare maggiori fondi, dalle autorità regionali statali e da sponsor differenti, per raccogliere una cifra importante da devolvere alla ricerca contro il Covid 19. La SSCN prende atto che questa richiesta non sia stata accettata e sarà presente mercoledì a Reggio Emilia per contendere la Supercoppa alla Juventus“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter-Juventus 2-0, la Moviola del match: gol in fuorigioco Juve e proteste sul gol di Vidal