Fiorentina-Inter: quella volta che….i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Un precedente tra Fiorentina e Inter, che in campo han sempre dato battaglia, è datato 17 dicembre 1989. La Fiorentina è guidata da Bruno Giorgi, partecipa alla Coppa Uefa e undici giorni prima ha eliminato la Dinamo Kiev, accedendo ai quarti di finale. Ultima stagione in viola per Roberto Baggio, che sarà venduto alla Juventus. L’Inter è guidata da Giovanni Trapattoni, è campione d’Italia in carica e l’Europa l’ha persa da diverso tempo, essendo stata eliminata a settembre dalla formazione svedese del Malmoe. La squadra nerazzurra punta chiaramente al titolo-bis e si trova a soli tre punti dal Napoli: la squadra partenopea ne ha 23, l’Inter ne ha 20. Dando per scontato (o quasi) che la formazione di Bigon (come avverrà poi) vinca, occorre portare via i due punti da Firenze. La Fiorentina di punti ne ha 12,  ed è reduce dalla sconfitta in zona Cesarini (rete di Magrin all’89’) a Verona. L’Inter, dal canto suo, ha battuto il Genoa per 1-0 con rete del solito Serena.
La partita è vibrante, con continui capovolgimenti di fronte: si lotta su ogni pallone. Al 45′ arriva il gol viola: Bergomi anticipa Baggio ma con la mano: per Lanese (buona direzione la sua) è rigore e Baggio spiazza Zenga. Si va negli spogliatoi. Al 50′ (ancora lui!) Serena pareggia il conto: punizione dalla sinistra di Brehme e stacco di testa: Landucci respinge ma la conclusione gli piega le mani: è 1-1. Poco dopo, fuga di Berti ma palla a lato alla sinistra del portiere viola, che più tardi salva in maniera prodigiosa su perentoria conclusione di Klinsmann. Al 60′ arriva il vantaggio ospite: nell’area viola il direttore di gara nota un fallo di Dell’Oglio su Cucchi (un ex, visto che giocò a Firenze la stagione precedente) e indica il dischetto. Batte Serena che spiazza Landucci: è la seconda doppietta consecutiva della punta azzurra alla Fiorentina, dopo quella dell’anno precedente. Al 62′ arriva il pareggio: punizione di Baggio, traversa, raccoglie Dell’Oglio e sigla il definitivo 2-2. Il pari non pare scontentare alcuno. L’Inter però perde contatto con il Napoli e viene raggiunta da Roma e Sampdoria. La Fiorentina ottiene un punto che la tiene lontana dalla zona calda. A fine stagione l’Inter chiuderà terza con la Juventus a quota 44 mentre la Fiorentina arriverà dodicesima a quota 28, salvandosi matematicamente all’ultima giornata, giungendo alla finale di Coppa Uefa, poi persa con la Juventus.

Leggi anche:  Serie A, Fiorentina-Sampdoria 3-1: tris dei Viola al Franchi

Domenica 17 dicembre 1989

Fiorentina-Inter                                                 2-2    (1-0)

Fiorentina: Landucci, Faccenda, Pin, Volpecina (17′ Dell’Oglio), Pioli, Battistini, Dunga,
Di Chiara, Iachini, Dertycia (78′ Kubik), Baggio.
A disposizione: Pellicanò, Basciu, Malusci.
Allenatore: Giorgi
Inter: Zenga, Verdelli, Bergomi, Brehme, Matteoli, Cucchi, Mandorlini, Berti, Matthaus,
(86’Morello), Klinsmann, Serena.
A disposizione: Malgioglio, Rossini, Baresi, Di Già
Allenatore: Trapattoni
Arbitro: Lanese di Messina
Marcatori: Baggio (rig.) al 45′, Serena al 50′ e al 60′ (rig.), Dell’Oglio al 62′
Ammoniti:
Pioli, Battistini, Iachini
Spettatori: 24.766

 

 

  •   
  •  
  •  
  •