Inter, il gusto di stare in vetta

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

Per la prima volta in stagione più in alto di tutti, in attesa dell’impegno del Milan contro il Crotone. La vittoria del Franchi vale doppio per l’Inter di Antonio Conte, sia perché i nerazzurri non vincevano a Firenze addirittura dal 2014 e sia perché è arrivata soprattutto una prova di maturità fondamentale per la corsa allo scudetto. Conte si gode la vittoria e la prestazione della sua squadra mai in sofferenza, se non nella parte centrale del primo tempo, collettivo che funziona e singoli che fanno la differenza. Nella serata di Firenze Barella dimostra ancora una volta per distacco il centrocampista italiano più completo in circolazione: corsa, quantità e soprattutto tanta qualità messa in mostra in occasione del goal del vantaggio della squadra di Conte, al numero 23 nerazzurro va aggiunta la solita grande prova di Hakimi, la freccia che era mancata la scorsa stagione . Sono sei goal e quattro assist per il calciatore marocchino in questo campionato, nessuno come lui nei top cinque dei campionati d’Europa, la testa è già proiettata per la semifinale di ritorno  di Coppa Italia allo“Stadium” contro la Juventus dove bisognerà ribaltare la sconfitta di “San Siro” per 2-1, impresa difficile ma non impossibile per una squadra che fino a domani pomeriggio guarderà tutti dall’alto al basso.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fulmine a ciel sereno per la Sampdoria: arrestato il presidente Ferrero!