Inter, il problema di Antonio Conte: vincere anche senza Romelu Lukaku

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

 

Senza dubbio, all’Inter di Conte manca ancora qualcosina. Una qualità specifica, ovvero il cinismo: la cattiveria davanti la porta, la “fame” di concludere azioni da rete e di dilagare nel punteggio una possibilità che sarebbe stata possibile anche nella semifinale  di andata di Coppa Italia contro la Juventus, se i nerazzurri si fossero dimostrati lucidi sotto porta. Gli errori di Darmian e Sanchez  fanno riflettere, così come i pochi goal nelle ultime gare rispetto alle mole di gioco creata: una a caso, il pareggio di Udine per 0-0. Su questo Conte dovrà assolutamente lavorare, per far sì che l’Inter diventi davvero spietata davanti ai portieri avversari.

L’Inter senza Lukaku

Romelu Lukaku e Inter una storia piena di reti (più di 50 reti in nerazzurro ) ma anche di errori sfortunati (come ad esempio nella finale di Europa League contro il Siviglia). Sin dal suo arrivo nella sponda nerazzurra, il gigante belga ha trascinato l’Inter, si è calato immediatamente nella mentalità del campionato italiano e soprattutto di Antonio Conte diventando il trascinatore dell’Inter. Non soltanto con le reti, gli  assist e con le  prestazioni in campo  ma anche con  l’aspetto emotivo. E quando il centravanti belga manca, lascia un grande vuoto nell’attacco dell’Inter. Che in questa stagione non è stato colmato.
In sei circostanze, Conte è stato costretto a fare meno dell’ex attaccante di Manchester United ed Everton nell’undici titolare. Nelle sei partite in cui Lukaku non è partito dal primo minuto ( tre volte  indisponibile e due volte da subentrato), l’Inter ha vinto una solo volta: lo scorso 28 novembre sul campo del Sassuolo con un rotondo 0-3.
Senza il suo attaccante principe, però, l’Inter ha la sensazione di perdersi. Era già accaduto già lo scorso 31 ottobre, nel match casalingo contro il Parma (2-2 agguantato in rimonta dai nerazzurri nel finale), è successo  anche martedì sera nella semifinale di andata di Coppa Italia contro la Juventus, dove non è bastata la rete  iniziale di Lautaro Martinez per evitare la sconfitta. Un epilogo già visto a Madrid in Champions League (sconfitta per 3-2), a Bergamo contro l’Atalanta (pari per 1-1) e a Genova contro la Sampdoria (sconfitta per 2-1). La testa dell’Inter è già sulla corsa scudetto, che mai come quest’anno sarà ancora più combattuta ed avvincente fino alla fine. Conte lo sa: avere Lukaku in più può essere un vantaggio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Quanto starà fuori Correa? 2021 a rischio
Tags: ,