Inter, lo scudetto resta l’unico obiettivo

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

Metabolizzare in fretta la seconda eliminazione stagionale, è il fattore che deve mettere sopra tutti gli altri per ripartire in campionato. Le ore che passeranno ad “Appiano Gentile” serviranno un’ analisi della sfida contro la Juventus ma soprattutto per studiare la Lazio, prossimo avversario nel posticipo serale delle 20:45 a San Siro.
Eriksen nella semifinale di Coppa Italia ha inciso relativamente, buona volontà e capacità di mettere pallone da fermo interessanti ma mai un acuto decisivo, contro i biancocelesti ritornerà in panchina per lasciare spazio ad Arturo Vidal in quella che Conte ha ormai in mente come formazione tipo.
Il dato che deve far riflettere di Juventus – Inter è più che altro delle ventuno conclusioni ma solo tre nello specchio della porta. La sterilità offensiva di Lukaku e Lautaro Martinez, può essere dettata da diversi elementi: un po’ di stanchezza, un po’ di prevedibilità e sicuramente mancanza di concretezza, da ritrovare subito nel match contro la Lazio, in dieci giorni l’Inter si gioca la credibilità nella corsa scudetto. Dopo la gara contro la Lazio, il 21 febbraio arriva il derby di Milano che a conti invariati deciderà chi comanderà la classifica e chi uscirà con la spinta psicologica determinante dal faccia a faccia.
Nel frattempo la società nerazzurra continua i dialoghi alla ricerca di soci e di denaro fresco, tutto questo mentre il sito footy headilens (portale specializzato nel svelare novità stilistiche legate ai club) ha pubblicato il nuovo logo per cui l’Inter avrebbe già consegnato domanda di registrazione del marchio, logo che dovrebbe fare il suo debutto il prossimo 11 aprile nel match casalingo contro il Cagliari.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  L'Atalanta spinge su Boga: può arrivare già a gennaio