Inter, Nicola Berti: “Barella ha tutto per essere capitano. Vale già 90 milioni”

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

Ai microfoni di Tuttosport l’ex centrocampista nerazzurro Nicola Berti incorona Nicolò Barella suo erede, il numero 23 nerazzurro ha totalizzato in questa stagione 3 goal e 10 assist.

“N.B.,da Nicola Berti a Nicolò Barella. Già questo particolare delle iniziali di nome e cognome mi affascina. Ma le assicuro una cosa: io adoravo Barella già dai tempi di Cagliari. E sarei andato sotto la sede a protestare, qualora non lo avessimo preso. Per me adesso Barella ne vale il doppio: 90 milioni di euro. Parliamo di un centrocampista insostituibile per la mediana nerazzurra. Si fa il mazzo ed è uno di quei giocatori che ti danno quel qualcosa in più per la tua una squadra. Sarà così per i prossimi 8-9-10 anni. Inoltre è già quel leader silenzioso fondamentale per qualsiasi squadra. Spero che mi superi, che vada oltre. Io a 23 anni avevo già vinto uno Scudetto e una Coppa Uefa da assoluto protagonista. Adesso si sta vivendo una situazione differente, anche a causa dell’assenza dei tifosi. Sicuramente Nicolò è migliorato tantissimo. Le dico questo: io l’ultimo anno di Firenze presi una moltitudine di giornate di squalifica, tra rossi diretti e somma di ammonizioni. Barella quando arrivò all’Inter, nei primi due o tre mesi, collezionava tanti gialli. Ora invece ha acquisito questa capacità di controllarsi e di dialogare con l’arbitro. Una dote che a mio avviso è fondamentale. Significa che sei sveglio, che sei maturato e ha tutto per essere capitano dell’Inter . E ora Barella è proprio nell’età dell’esplosione totale. Per me è il centrocampista italiano più forte, poi oggi non ci sono tanti rivali come una volta. Alla mia epoca eravamo di più, ora giocano tanti stranieri. Detto questo, se sei il centrocampista più forte qui in Italia, lo sei anche in Europa. Senza ombra di dubbio. Dico che Barella è tra i primi tre d’Europa proprio per non esaltarlo troppo. Resta fortissimo, tanta roba. Per me è il numero uno, ma voglio tenerlo tranquillo

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  La replica di Diletta Leotta a Mourinho