Lazio, processo tamponi fissato al 16 marzo: i rischi del club

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui


Lazio, l’udienza sul processo dei tamponi è fissata al 16 marzo e capita esattamente il giorno prima del ritorno degli ottavi a Monaco di Baviera contro il Bayern Monaco. Le richieste del pm Chiné apriranno il dibattimento con sentenza in serata. Sarà un processo di primo grado per la squadra di Claudio Lotito e si terrà di fronte al Tribunale Federale nella giornata del 16 marzo. L’udienza è stata fissata ieri, una settimana dopo il deferimento e la notizia ha raggiunto i legali del club biancoceleste poco prima del primo pomeriggio, nell’imminenza della sfida dell’Olimpico con il Bayern. Un processo che ha messo in difficoltà l’intera squadra laziale e il tecnico Simone Inzaghi. Trascorrono una vigilia Champions in uno stato di agitazione generica. Il processo sarà messo in atto nelle stesse ore in cui la Lazio volerà verso la Germania per la partita in calendario il 17 all’Allianz Arena.

Leggi anche:  Juventus, ci sarà una rivoluzione: addio ad Agnelli, Lippi alla presidenza

Lazio, processo tamponi: condizionerà la squadra di Inzaghi?

L’obiettivo di Claudio Lotito è velocizzare i tempi e farlo nel modo corretto. Il Tribunale Federale si riunisce genericamente il martedì, ed il rischio in queste settimane che si possa discutere più del caso tamponi anziché di calcio, è alto. Non è il periodo migliore per la Lazio per affrontare questa tematica, che sicuramente condizionerà il team nel periodo Champions e Campionato. Si sa quanto il verdetto potrebbe incidere sulla conclusione del campionato di Serie A. Per questo motivo il proprietario laziale, Claudio Lotito, e la società sono pronti a una durissima battaglia legale.

  •   
  •  
  •  
  •