Primavera 1, recuperi 5a giornata: la Juventus crolla contro la Sampdoria, la Spal è terza da sola

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


I recuperi della quinta giornata del campionato Primavera 1 fanno registrare l’affermazione esterna della Sampdoria sulla Juventus per 4-1, il pareggio tra Cagliari e Inter per 1-1 e i successi interni della Spal sull’Ascoli per 4-0, del Milan sul Sassuolo per 2-1, dell’Empoli sulla Fiorentina per 3-1 e dell’Atalanta sul Torino per 4-0. Tutte le squadre torneranno in campo tra domani e giovedì per la disputa del nono turno.

A fare scalpore è il risultato di Vinovo dove la Sampdoria ottiene una fragorosa vittoria per 4-1 sulla vice-capolista Juventus che soltanto quattro giorni prima aveva avuto la meglio nel confronto diretto valido per gli ottavi di finale della Coppa Italia. I blucerchiati di Felice Tufano allungano a quattro la striscia di affermazioni consecutive ribaltando con le realizzazioni di Siatounis (22′), Triboli su rigore (41′), Di Stefano (50′) e Yepes Laut (69′) l’iniziale svantaggio determinato da una realizzazione di Da Graca (18′). Il successo esterno consente alla Sampdoria di balzare con i suoi 14 punti all’attivo in quarta posizione. Primo ko interno per la Juventus che era reduce da tre vittorie di fila. I bianconeri restano a cinque lunghezze dalla capolista Roma e vedono ridursi a due quelle di vantaggio sulla Spal salita a 14 punti. La compagine emiliana si lascia alle spalle la sconfitta subita in trasferta contro il Milan in campionato e la cocente eliminazione negli ottavi di finale dalla Coppa Italia patita ad Empoli riportando al “Fabbri” una netta affermazione per 4-0 sul fanalino di coda Ascoli. A sancire il terzo successo interno sono un penalty trasformato da Campagna sul finire della prima frazione (46′) e le reti nella ripresa di Attys (53′), Ellertsson (60′) e Pinotti (94′). Per l’Ascoli si tratta del settimo ko in altrettanti impegni.

Leggi anche:  Probabili formazioni Sassuolo-Fiorentina: ecco le scelte di De Zerbi e Iachini

Pronto riscatto anche per il Milan. La formazione diretta da Federico Giunti, uscita di scena dalla coppa nazionale al “Gino Bozzi” per mano della Fiorentina, prevale al “Vismara” per 2-1 sul Sassuolo. Grande protagonista dell’incontro Riccardo Tonin: l’avanti rossonero sblocca il risultato con una bella iniziativa personale al 56′ e serve ad Olzer il pallone del raddoppio al 72′. Al Sassuolo riesce soltanto di accorciare le distanze al 76′ con una realizzazione di Manara lesto ad approfittare di una leggerezza in fase d’impostazione di Jungdal precedentemente autore di un paio di ottimi interventi (76′). Il Milan, in virtù della seconda vittoria casalinga consecutiva, s’insedia con i suoi 12 punti al quinto posto scavalcando di una lunghezza oltre al Sassuolo anche Bologna e Inter. I rivali nerazzurri, reduci dalla qualificazione ai quarti di finale della Coppa Italia ottenuta a spese del Crotone, riescono al terzo tentativo a sbloccarsi in trasferta ma l’1-1 conseguito ad “Asseminello” contro un Cagliari in serie positiva da tre gare si rivela soltanto sufficiente per agganciare al sesto posto le due squadre emiliane sopraccitate. A sancire il pari al termine di un match piuttosto avaro di gioco e di emozioni sono due calci di rigore trasformati nel primo tempo da Contini per i padroni di casa (15′) e da Fonseca per gli ospiti (24′).

Leggi anche:  Cagliari-Parma: le parole degli allenatori dopo il fischio finale

L’Empoli aggancia al nono posto la Fiorentina a quota 9 sconfiggendola per 3-1 nel derby toscano andato in scena a Monteboro. Gli azzurri danno seguito alla larga affermazione sul Genoa in campionato e al successo sulla Spal negli ottavi di finale della Coppa Italia rimontando nella ripresa con la doppietta di Baldanzi (68′) e (89′) e la rete di Lipari il provvisorio vantaggio viola siglato nella prima frazione da Spalluto (20′). L’Atalanta, reduce dall’eliminazione nella coppa nazionale contro la Lazio, ritrova al quinto tentativo la via della vittoria travolgendo il Torino per 4-0. A Zingonia su un terreno ai limiti della praticabilità i granata affondano per la seconda volta consecutiva con quattro reti di scarto sotto i colpi dello scatenato avanti camerunense Jonathan Italeng (14′, 21′ e 69′) e di Ghislandi (88′). La seconda affermazione stagionale consente alla formazione di Massimo Brambilla di ritrovarsi in dodicesima posizione in compagnia del Cagliari a quota 8. Penultimo posto per il Torino fermo a 5 punti.

Leggi anche:  Futuro Hakimi: il calciatore giura fedeltà all'Inter

Classifica Primavera 1
01. Roma 21
02. Juventus 16
03. Spal* 14
04. Sampdoria* 13
05. Milan* 12
06. Inter* 11
07. Bologna* 11
08. Sassuolo* 11
09. Empoli* 9
10. Fiorentina 9
11. Lazio 9
12. Cagliari* 8
13. Atalanta* 8
14. Genoa* 7
15. Torino* 5
16. Ascoli* 0
* Una partita in meno.

  •   
  •  
  •  
  •