Spezia Calcio: è ufficiale, Robert Platek è il nuovo proprietario

Pubblicato il autore: Valerio Bianco Segui

«Robert Platek, insieme a sua moglie Laurie Platek e ai tre figli Amanda, Carolina, Robert Junior e con suo fratello Philip Platek, tutti grandi sostenitori della serie A, ha compiuto un investimento generazionale nel Club Spezia Calcio, dando il via a un progetto a lungo termine». E’ questo l’incipit del comunicato stampa con cui lo Spezia Calcio ufficializza il suo passaggio alla cordata statunitense guidata in prima persona da Robert Platek, imprenditore e partner della MSD Capital, società che fra le altre si occupa di curare gli investimenti del miliardario Michael Dell.

Platek, che opera già nel calcio in Portogallo alla guida del Casa Pia, e in Danimarca, dove possiede il Sonderijsk, sarà il primo presidente straniero della storia dello Spezia Calcio del quale ha già dichiarato di non voler modificare i quadri dirigenziali almeno per il momento. Nella sua storia di imprenditore non è la sua prima scalata alla vetta di un club delle prime cinque leghe europee in quanto già nel 2019 Platek era uno dei nomi in ballo per l’acquisto del Sunderland, trattativa mai andata in porto.

Leggi anche:  Juve Stabia-Taranto, streaming gratis Rai Sport e diretta tv in chiaro. Dove vedere il match

Spezia Calcio, tredicesima squadra italiana di proprietà straniera

Robert Platek si aggiunge alla lista di imprenditori stranieri che hanno investito sul nostro calcio, una lista che si sta allungando negli ultimi anni, segnale di un movimento che sta ricostruendo una propria credibilità a livello internazionale. In Serie A le proprietà straniere riguardano non solo top club come Inter, Milan e Roma ma anche realtà di mediobassa classifica come Bologna, Fiorentina e Parma. Batte bandiera statunitense da poco più di mese anche il Pisa in Serie B così come il Venezia, a stelle e strisce già dal 2015. In Serie C le proprietà straniere riguardano Catania, Como e Padova.

  •   
  •  
  •  
  •