Maradona: altra vittoria, non evadeva il fisco italiano

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Anche da morto, Diego Armando Maradona fa parlare ancora di sé. Anche dal cielo, il più forte calciatore della terra, ha una voce in capitolo. Questa volta non in ambito sportivo o calcistico, ma fiscale. Da anni, lo Stato Italiano, lo ha perseguitato, per avere circa 40 milioni di euro, che per quanto sostenevano, el Pibe doveva all’Italia. Invece no. Era tutto in regola. Maradona, nonostante i suoi problemi e vizi, dal punto di vista fiscale si è sempre comportato in modo regolare. Quando veniva in Italia, era assalito, stampa, media e soprattutto tifosi moralisti gliene dicevano di tutti i colori, come se fosse l’unico a sbagliare sul pianeta Terra.

El Pibe, era accusato di evasione fiscale per circa 40 milioni

La Suprema Corte, con un verdetto ha infatti decretato la di Maradona, che era pulito. Anche l’ex presidente del Napoli, Corrado Ferlaino ha detto: “È stata una cattiveria non so di chi, o forse invidia”. Ora la Cassazione ha decretato che Diego, post mortem ha diritto al condono. Adesso è compito della Commissione regionale della Campania valutare se ci sono pendenze non condonabili negli interessi degli eredi. Eppure in Italia, ce ne sono tanti di sportivi, caduti nel tranello del fisco, tra i più famosi Valentino Rossi. Ma questi sono dettagli. Chi è senza peccato, scagli la prima pietra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Salernitana-Juventus 0-2: gol di Dybala, poi Morata