Richard Freeman commenta la sentenza di condanna per doping

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Richard Freeman
Richard Freeman, ex medico del Team Sky (ora Ineos Grenadiers), commenta la sentenza che lo dichiara colpevole di aver ordinato testosterone sapendo che sarebbe stato somministrato ad un corridore.
Il medico ha respinto più volte le accuse di aver dopato i corridori, sottolineando come non esistessero delle prove al riguardo. La sua reazione l’ha affidata al Daily Mail dove ha affermato: “È molto deludente. Incredibile. Io non ho mai dopato un corridore in vita mia. Ancora non ho visto una prova di chi sia questo fantomatico corridore. Accetto che ci siano persone che non mi credono”.

 

Richard Freeman, le dichiarazioni post sentenza di condanna

Richard aveva prima negato di aver acquistato il testosterone e poi dopo tempo ha cambiato la versione. Freeman ha poi aggiunto a tal proposito: “Diranno che ho mentito e ho cambiato la mia versione e non possono fidarsi di quello che dico. Ho ammesso di aver detto quelle bugie. Sì, ho meritato il processo, ma posso dire con la coscienza pulita di non aver ordinato il Testogel sapendo o credendo che fosse per imbrogliare”.

Infine, sul suo stato d’animo ha specificato: “Sono ancora sotto shock per questa sentenza. Ho fatto tanti errori, ma non sono un medico del doping”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  MLS Cup: la finale è Portland Timbers-New York City FC
Tags: