Laporta: “La Superlega è necessaria”. Sì ai meriti sportivi ma servono risorse

Pubblicato il autore: Alessia Pina Alimonti Segui

Laporta superlega necessaria
Intervistato dall’emittente spagnola TV3, il presidente del Barcellona Joan Laporta, ha spiegato che la Superlega è necessaria. Sembrava che il progetto della nuova competizione europea tra 12 squadre fosse arrivato al capolinea, ma a riaccendere le polemiche ci pensa il numero uno dei Blaugrana che ritiene valida l’idea del torneo e spera di trovare un accordo con la Uefa.

“La Superlega è assolutamente una necessità” parola di Laporta

Continuano le polemiche sul caso Superlega. A mettere benzina sul fuoco è Laporta che ha affermato: “La Superlega è assolutamente necessaria. Noi siamo sostenitori dei campionati nazionali, parleremo con la Uefa. Deve essere una competizione attraente, basata su meriti sportivi. Siamo aperti a un dialogo con la Uefa e penso che ci sarà un’intesa“. Nonostante il dietrofront di tutte le squadre inglesi, il Barcellona crede ancora nel progetto. Il presidente del Barcellona, infatti, ha aggiunto: “C’é stata pressione su alcuni club, ma la proposta continua e esistere“. La volontà di continuare, però, ha delle conseguenze. Dentro il progetto ci sono ancora Juventus, Real Madrid e Barcellona che rischiano delle sanzioni.

Leggi anche:  Superlega: quali sanzioni rischia chi non abbandona definitivamente?

La necessità, anche, di risorse economiche

Secondo Laporta la Superlega è necessaria anche dal punto di vista economico. Nell’intervista ha affermato: “Abbiamo bisogno di più risorse perché il calcio sia uno spettacolo. Gli investimenti sono molto importanti, gli stipendi molto alti. Questo deve essere preso in considerazione allo stesso modo dei meriti sportivi”. Il lato economico, infatti, in tutta la vicenda della Superlega è significativo. Da una parte ci sarebbero gli oltre 3 miliardi stanziati da JP Morgan, dall’altro lato ci sono anche i grossi debiti accumulati dai grandi club.

 

  •   
  •  
  •  
  •