Pesante sconfitta del Padova a Modena: promozione diretta a forte rischio

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Pesante sconfitta del Padova a Modena: i biancoscudati patiscono la quinta sconfitta esterna stagionale e rischiano di dire addio alla promozione diretta. Nelle ultime quattro uscite esterne della squadra di Mandorlini, solo una era stata la vittoria: 2-0 a Pesaro. Inoltre, il rendimento generale è vistosamente calato: campanelli d’allarme che sono stati, evidentemente, sottovalutati. Il Padova ora ha 73 punti come il Perugia, che ha vinto a Ravenna per 3-0 (tante reti quante ne ha subite il Padova a Modena, ndr) e che viaggia a vele spiegate verso la promozione diretta: la formazione umbra ha vinto cinque delle ultime sei gare e non perde dal 17 marzo. Appare fuori gioco invece il Sud Tirol, sconfitto a Trieste: sotto di tre reti, la squadra ospite è riuscita ad arrivare al 3-2, senza però riuscire a pareggiare.  La squadra di Vecchi è ora a due punti dal duo di testa. Il Perugia, sebbene abbia i medesimi punti del Padova, è in vantaggio negli scontri diretti.
La partita
Il Modena
è al quarto posto e non può essere scavalcato né raggiunto: i punti tra loro e la inseguitrice, il Feralpi Salò sono sette, e a due giornate dalla fine, sarebbe davvero difficile pensare che questi ultimi possano prevalere. Al Padova potrebbe andare bene anche un pari ma al 25′ l’equilibrio si spezza: a segnare è Luppi, con un gran tiro al limite dell’area. La reazione non c’è e si va al riposo con il Modena in vantaggio. Al 52′ arriva il secondo gol, che chiude in sostanza la contesa: Pelagatti atterra Pierini in area. Su rigore quest’ultimo sigla il raddoppio. Al 65′ Muroni sigla il 3-0. Il Padova potrebbe accorciare le distanze ma l’arbitro Gualtieri annulla. Al 70′, Padova in dieci per l’espulsione di Matteo Mandorlini, a completare una giornata davvero da dimenticare.
Il campionato
Alla fine della stagione regolare mancano solo 180′, ma appare piuttosto difficile che il Perugia perda il treno-promozione. Il Padova, con la sconfitta di Modena, ha dimostrato di avere ormai finito la benzina: una benzina che è andata progressivamente esaurendosi. Domenica, la squadra di Mandorlini affronterà quel Carpi sconfitto all’andata 6-0 e che ha preso sei reti anche domenica scorsa, in casa del Feralpi Salò. Se però il Padova dovesse rialzare la testa, apparirebbe come utopistica una affermazione del Matelica in casa del Perugia, così come un pareggio. La squadra marchigiana, ormai sicura dei playoff, viaggia in una posizione di classifica tranquilla e non ha più da chiedere al campionato. La speranza è ultima a morire, ma appare difficile, almeno stante la situazione, che i veneti possano riagguantare, solitari, la vetta della classifica.

Leggi anche:  Juve-Milan, duello per la Champions: intanto la Uefa minaccia l'esclusione

 

  •   
  •  
  •  
  •