Sampdoria, Claudio Ranieri sulla Juventus: “Sicuramente è sbagliato, ma io non li avrei esclusi”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Sampdoria, Claudio Ranieri tecnico romano lascia alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio 1 nel corso della trasmissione Radio Anch’Io Sport, inerenti al festino messo in atto in casa dai giocatori della Juventus: McKennie, Dybala e Arthur. Durante l’intervento afferma: “Li scuso perché stanno sempre insieme“. Riguardo l’esclusione dal derby di Torino dei tre giocatori, dichiara: “Se succedesse un episodio alla Sampdoria come la cena/festa McKennie? Io scuso i giocatori della Juventus perché stanno sempre insieme. Sicuramente è sbagliato, ma io non li avrei esclusi“.

Sampdoria, Claudio Ranieri: un’impresa sfiorata con il Milan

Ranieri ex difensore e tecnico della Sampdoria, riguardo l’impresa sfiorata contro il Milan, afferma: “Sì, è stata una bella partita. Gagliarda. Siamo andati vicino a vincerla. Peccato aver giocato con l’uomo in meno alla fine. Cosa ho detto ad Adrien Silva dopo il rosso? Eh eh, cosa gli ho detto… Avevo detto a tutti gli ammoniti di non fare entrare ruvide. Dispiace che lui che è molto esperto è incappato in questo errore. Non dico di comprenderlo, ma bisogna accettarlo“.

Leggi anche:  Caso plusvalenze Juventus, Elkann: "Le difficoltà rafforzano la società"

Un pensiero a Fabio Quagliarella, convocato per l’Europeo?

In seguito, a riguardo di Fabio Quagliarella, afferma: “Il più sottovalutato di sempre? Ha numeri incredibili, certamente. Fabio è un vero capitano, un giocatore immenso. Quagliarella ha dimostrato ampiamente il suo valore anche a San Siro“. Sulle probabilità che possa partecipare all’Europeo: “Questa decisione spetta a Mancini. Lui sa che tipo di gioco vuole per la squadra. Il fatto di averlo chiamato a 38 anni è una grande soddisfazione per Fabio. Se poi dovesse chiamarlo davvero sarebbe tanto bello per Quagliarella“.

  •   
  •  
  •  
  •