Superlega, Napoli contattato da JP Morgan: De Laurentiis ci pensa

Pubblicato il autore: Gabriele Prillo Segui


La partita a scacchi tra la Superlega e l’accoppiata Uefa/Fifa è iniziata da poche ore, ma le mosse studiate dai due schieramenti sono già degne di nota. Se l’Uefa definirà la propria strategia nella riunione di venerdì 23 aprile, la Superlega sta cercando di colmare i posti vacanti lasciati da alcune società. Ecco perché il Napoli potrebbe entrare nella nuova competizione europea, unendosi ai 12 club fondatori. Secondo il Corriere dello Sport, la società partenopea sarebbe stata contattata nella notte da un emissario di JP Morgan, banca finanziatrice della Superlega.

Napoli in Superlega, De Laurentiis riflette

L’ipotesi, già paventata da Florentino Perez, potrebbe concretizzarsi nei prossimi giorni. Per ora il club azzurro non ha rilasciato nessun commento ufficiale, ma De Laurentis starebbe pensando a cosa rispondere. Del resto, il presidente partenopeo si è sempre schierato a favore di un rinnovamento della politica e delle istituzioni calcistiche. Gli introiti economici, la visibilità che il club acquisirebbe nel mondo e la possibilità di competere con le squadre più blasonate d’Europa farebbero gola a molti. L’eventuale ingresso del Napoli nella Superlega provocherebbe però un ulteriore scossone al calcio italiano, già profondamente spaccato dalla fondazione del nuovo format internazionale. Da capire se l’ipotesi avanzata nella notte diventerà realtà: per questo non resta che attendere.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Superlega: la UEFA fa pace con 9 club. Le sanzioni erogate