Zibi Boniek e Gary Neville contro la Superlega. Le dure reazioni

Pubblicato il autore: Andrea Rao

 zibi boniek gary neville

Zibi Boniek Gary Neville non ci stanno. Le vecchie glorie scagliano dure parole contro i club che stanno formando la Superlega. Un progetto che, come noto, ha diviso i potenti di questo sport visto che squadre come Psg e Bayern Monaco hanno rispedito al mittente le avances di aderire alla nuova competizione. E anche coloro che hanno dato tanto al calcio si schierano contro gli antiUEFA accusati, tra l’altro, di avarizia.

Zibi Boniek: “Qualcuno sta facendo una brutta figura per non dire di m…”

Zibi Boniek, attuale n. 1 della federcalcio polacca, scaglia un tweet sarcastico nei confronti dei club che hanno aderito alla Superlega. L’ex stella di Juve e Roma le manda a dire, nel suo classico stile ironico e pungente. Il tweet recita: “Qualcuno sta facendo una brutta figura, per non dire di m…#Superlega”.

Gary Neville la pensa come Zibi Boniek: “E’ un atto criminale”

L’ex stella del Manchester United, Gary Neville, usa parole ancora più pesanti di quelle di Boniek. Il britannico è un fiume in piena senza veli. Durante una trasmissione tv, come riportato da Sportmediaset, ha manifestato tutta la sua rabbia dichiarando: “E’ una disgrazia, un atto criminale. Sono un tifoso del Manchester United da 40 anni, ma sono disgustato. Sono disgustato in particolare da mio Manchester United e dal Liverpool. Voglio dire, il Liverpool è il club del “You’ll Never Walk Alone, il “The People’s Club”, il “Fans Club”, e poi il Manchester United creato, creato da gente nata e cresciuta intorno all’Old Trafford più di 100 anni fa, e vogliono entrare in un torneo senza competizione, dal quale non puoi essere retrocesso”.

Gary Neville: “Quello che stiamo vivendo è semplice avarizia”

Neville continua la sua filippica contro i club inglesi affermando: “Dobbiamo rivedere il potere calcistico di questo paese partendo dai club che dominano e domandano la Premier League, a partire dal mio club, il Manchester United. Quello che stiamo vedendo è semplice avarizia, nient’altro. I proprietari dello United e del Liverpool ma anche del City e del Chelsea sono degli impostori, non hanno niente a che vedere con il calcio in Inghilterra. Questo paese ha più di 150 anni di storia calcisticamente parlando, a partire dai tifosi di questi club che per decadi hanno tifato e supportato la loro squadra in qualsiasi situazione. E sono loro che vanno protetti“. Il tifoso numero 1 dello United, parla di avarizia, proprio come avevano fatto i supporters di mezza Europa, nella lettera inviata ad Agnelli.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Frosinone-Cagliari: diretta TV e streaming live

Neville, invito alla Premier League: “Toglietegli i punti…”

L’ex Red Devil va avanti senza giri di parole rivolgendo un monito alla Premier League: Punite i club. Toglietegli i punti, multateli, sbatteteli in fondo alla classifica, levategli i titoli che hanno vinto. Date la Premier League al Fulham  o al Burnley. Oppure salvate il Fulham e fate retrocedere lo United, il Liverpool o l’Arsenal che sono tra le squadre più antiche e hanno tradito i loro stessi tifosi. Ne hanno tutti abbastanza, il tempo è finito. Ci vuole una commissione esterna che valuti questi proprietari e riporti ordine”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: