Bologna, l’ad Fenucci: “Incontreremo Mihajlovic il 1°giugno”

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui


Ieri l’amministratore delegato del Bologna Claudio Fenucci ha partecipato all’edizione Premio Bulgarelli 2021 e si è soffermato su vari temi tra questi la permanenza di Sinisa Mihajlovic. Ecco alcuni passaggi:

Ricordando Giacomo Bulgarelli: “E’ stato un calciatore che ha disegnato la storia del Bologna, per noi è un esempio da mostrare e far valorizzare a tutti i giovani rossoblù. Abbiamo grande considerazione e rispetto della storia di questa gloriosa società, che vorremo far riemergere con la riqualificazione dello stadio Dall’Ara, Bulgarelli è una meravigliosa icona ed è giusto ricordarlo e celebrarlo sempre”.

Un Bologna sempre più giovane: “La nostra politica è quella di valorizzare i giovani, costruendo il presente e futuro attorno ad essi. Molti di loro hanno dimostrato di avere ottime qualità, frutto del buon lavoro svolto da Mihajlovic e il suo staff, assemblando una squadra con un’identità precisa sempre alla ricerca della vittoria. Siamo molto contenti di questo percorso, dei titolari della stagione appena conclusa, ad eccezione di Palacio e Danilo siamo stati la squadra con la media di età più bassa: dobbiamo continuare su questa direzione”.

Martedì l’incontro con Mihajlovic: “Di interessamenti della Lazio non ne so nulla: comunque ho già risposto varie volte sull’argomento: siamo contenti del suo lavoro e con lui non abbiamo solo un rapporto professionale complice le vicende extra calcistiche che sono successe. Martedì incontreremo il mister per programmare la prossima stagione, ma ripeto non ho nessuna novità rispetto a quelle dette due giorni fa”.

Le strategie di mercato: “Conoscete bene la situazione del calcio europeo, la pandemia ha aggravato ulteriormente la situazioni. Posso solo dire che il nostro mercato sarà diverso dai precedenti, nel nostro contesto la fortuna è quella di avere una proprietà molto solida e decidere di puntare sugli investimenti, funzionali per la nostra crescita. Se questi avverranno con l’aggiunta di qualche calciatore esperto, lo decideranno la proprietà, l’area tecnica e l’allenatore; stiamo impostando alcune trattative che vanno su quella direzione.

Leggi anche:  Eriksen, l'agente racconta: "Christian non molla"

Trovare un nuovo Bulgarelli: “Avere un ragazzo cresciuto nel vivaio e che arrivi in pianta stabile in Prima Squadra mostrando il suo senso di appartenenza, è il sogno di ogni tifoso, anche se è difficile o perlomeno sono casi rari che un giocatore rimanga sempre nello stesso club; noi ci proveremo sperando di trovare un altro profili nel vivaio che possa rappresentarci come ha fatto il nostro grande Giacomo”.

Ora non resterà che attendere martedì, auspicando che il matrimonio tra Sinisa e il Bologna, in virtù anche delle vicende extracalcistiche come sottolineato anche dallo stesso Fenucci, possa proseguire.


  •   
  •  
  •  
  •