Italia-Austria: quella volta che…i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Sono 37 i confronti tra Italia ed Austria, ma quello che andrà di scena sabato sera alle 21 a Londra sarà il primo in assoluto in una fase finale del campionato Europeo. Il primo scontro avviene il 3 luglio del 1912 alle Olimpiadi di Stoccolma, nella semifinale del torneo di consolazione: allenatore é Vittorio Pozzo (sarà campione del mondo nel 1934 e nel 1938, oltre ad essere campione Olimpico nel 1936). L’Italia perde 5-1 e perderà anche i successivi due incontri con gli austriaci. La prima vittoria arriva solamente nel 1931, il 22 febbraio, in quella che sarà la progenitrice del Campionato Europeo: la Coppa Internazionale, che verrà proprio soppressa all’alba della prima edizione degli Europei, nel 1960. L’Italia, sempre guidata da Pozzo, prevale per 2-1. In totale, sono solo 16 le affermazioni azzurre, 12 quelle degli austriaci e 9 i pareggi. L’ultimo confronto risale al 20 agosto 2008: allenatore è Marcello Lippi, da poco tornato alla guida degli azzurri dopo la parentesi di Roberto Donadoni: l’amichevole termina 2-2 in rimonta. Le reti azzurre sono di Gilardino e un’autorete di Oczan.
Il precedente di Francia ’98
Se agli Europei, almeno per la fase finale (nel 1971 azzurri e austriaci si affrontarono nelle qualificazioni : gli azzurri vinsero in Austria e pareggiarono in casa) non vi sono precedenti, al Mondiale ce ne sono ben quattro: nel 1934, nel 1978, nel 1990 e nel 1998. In due casi su quattro l’Italia è arrivata al podio e in un caso ha vinto il campionato.
Nel mondiale francese (lo stato transalpino torna ad organizzarlo sessant’anni dopo) la squadra azzurra è guidata da Cesare Maldini, in carica dal dicembre 1996 dopo il ritorno di Sacchi al Milan. Tiene banco il celebre dualismo Del PieroBaggio, anche se l’esperto allenatore triestino pare capace di far fronte a questo. La sfida con l’Austria è la terza del girone B: l’altra sfida è tra Camerun e Cile. Gli azzurri hanno quattro punti e gli austriaci due: nella squadra austriaca gioca una vecchia conoscenza del calcio italiano: la punta Anton Polster, che militò nel Torino nella stagione 1987-88. In porta Michael Konsel, da una stagione alla Roma ( vi rimarrà fino al 1999,ndr). Commissario tecnico è Herbert Prohaska, ex Inter e vincitore dello scudetto con la Roma nel 1983. La sfida si gioca il 23 giugno alle ore 16, allo stadio Stade De France di Saint Denis e gli azzurri fanno propria la gara nella ripresa: al 48′ segna Vieri su cross di Del Piero su punizione (per la punta si tratta della quarta rete nel torneo) mentre al 90′ segna Baggio. Poco dopo Herzog dimezza lo svantaggio su rigore fissando il definitivo risultato sul 2-1. Da ricordare anche l’infortunio di Nesta: per il giocatore della Lazio purtroppo non sarà l’ultimo ad un Mondiale. L’Austria torna quindi a casa mentre l’Italia arriva fino ai quarti, dove verrà eliminata ai rigori dalla Francia, che poi vincerà il suo primo Mondiale.

Leggi anche:  Valencia-Milan, streaming e diretta tv: dove vedere amichevole

Tabellino

Italia-Austria                                                                     2-1 (0-0)

Italia: Pagliuca, Nesta (4′ Bergomi), Costacurta, Cannavaro, Maldini, Moriero, Baggio D.
Di Biagio, Pessotto, Vieri, (60′ Inzaghi), Del Piero (73′ Baggio).
Ct: Cesare Maldini
A disposizione: Toldo, Torricelli, Albertini, Cois, Di Livio, Di Matteo, Chiesa, Buffon
Austria: Konsel, Maehlich, Schottel, Feiersinger, Pfeffer, Wetl, Pfeifenberger (79′ Herzog),
Reinmayr, Kuhbauer (74′ Stoger), Polster (62′ Haas), Vastic.
Ct: Herbert Prohaska
A disposizione: Schopp, Kogler, Amerhauser, Hiden, Cerny, Wohlfahrt, Heraf, Knaller
Arbitro: Durkin (Inghilterra)
Marcatori: Vieri al 48′, Baggio al 90′, Herzog (rig.) al 92‘.
Ammoniti: Feiersinger, Vastic, Schottel Maldini, Reinmayr

Leggi anche:  Streaming e diretta tv in chiaro TV 8? Dove vedere amichevole Roma-Belenenses OGGI LIVE

 

 

  •   
  •  
  •  
  •