Padova: espugnato il Partenio. Finale con l’Alessandria

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Il Padova di mister Mandorlini espugna il Partenio e guadagna l’accesso alla finale. A segnare è Della Latta al 28′ del secondo tempo su azione da calcio d’angolo, proprio come fece Kresic nella gara d’andata. L’Avellino subisce una rete tra le mura amiche dopo quasi 500 minuti di imbattibilità: l’ultima rete subita risaliva infatti al 17 marzo, quando gli irpini hanno superato per 3-1 il Potenza.
La partita
Mandorlini
conferma il 4-3-2-1, con Ronaldo mezzapunta e Paponi punta centrale. Nell’Avellino Braglia schiera due punte: Fella accanto a Maniero. Nel frattempo una forte pioggia si abbatte su Avellino. La squadra di Braglia si spinge in avanti ma è il Padova che passa in vantaggio appunto con Della Latta che infila Forte. Al 30′ Kresic ha l’occasione per lo 0-2, ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa. Al 35′ piccola doccia fredda per il Padova con il giallo a Ronaldo il quale, già diffidato, subirà una squalifica che lo costringerà a saltare la finale di andata. Due minuti dopo, altra occasione per i biancoscudati, questa volta proprio con Ronaldo: il portiere Forte però respinge la conclusione da distanza ravvicinata. Al 48′ è ancora Ronaldo protagonista, questa volta su punizione, ma Forte devia la conclusione potente e centrale. Nella ripresa l’Avellino ci prova, ma senza successo. Il Padova accede così alla finale per la promozione in serie B: troverà l’Alessandria, che ha pareggiato in casa per 2-2 con l’Albinoleffe. La gara di andata si giocherà domenica 13 giugno allo stadio Euganeo di Padova.

Leggi anche:  Nuno Tavares nel mirino del Napoli: offerta al Benfica
  •   
  •  
  •  
  •