La Fiorentina ha scelto Patrizia Panico per il dopo Cincotta

Comincia una nuova era a Firenze nel calcio femminile. La prima portava la firma di Antonio Cincotta che dopo aver vinto scudetto, supercoppa e coppa italia è ora diretto probabilemnte verso Genova. La sua eredità viene affidata alla ex attaccante fino a poco fa tecnico in seconda della nazionale U21, Patrizia Panico. La Federazione ha diramato un comunicato. Annuncia la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro con l'assistente di Paolo Nicolato nella Under 21 e tecnico della Nazionale under 15. Nella stessa nota si può leggere il curriculum della Panico, entrata nei quadri tecnici della FIGC nel 2016 come assistente di Zoratto nella under 16, passata poi ad allenare l'iunder 15. Prima donna ad allenare una nazionale italiana maschile. In chiusura la Federazione Italiana Gioco Calcio ha ringraziato Patrizia Panico per tutto il lavoro svolto in questo periodo, augurandole buona fortuna per la prosecuzione del suo percorso professionale.

Leggi anche:  Europeo, dal 1980 ad oggi: quanto conta vincere il girone per alzare il trofeo? Quasi la metà delle vincitrici non è arrivata prima nel proprio raggruppamento

Chi è Patrizia Panico?

Una nuova sfida che la Panico inizia esattamente da dove aveva finito. Nel 2016 giocò la sua ultima partita da calciatrice proprio con la maglia viola, un campionato in cui era stata presente per 21 partite segnando 20 gol. Era la prima stagione per la Fiorentina nella massima serie e la stagione dopo sarebbe arrivato il primo scudetto. Patrizia Panico è nata a Roma e nella sua lunga carriera agonistica ha vinto 10 scudetti, 5 coppa italia e 8 volte la supercoppa. Come detto da allenatore si è seduta sulla panchina di squadre nazionali maschili. Firenze è la sua prima volta come allenatrice di una squadra femminile. Un'altra sfida da vincere, in un campionato che però si fa sempre più avvincente, dove le pretendenti al titolo si stanno rinforzando e dove arrivano anche nuovi blasoni come la Sampdoria. Il comunicato di benvenuto della Fiorentina ricorda anche che nel 2015 Patrizia Panico è entrata nella Hall of Fame del calcio italiano.

Leggi anche:  Europeo, dal 1980 ad oggi: quanto conta vincere il girone per alzare il trofeo? Quasi la metà delle vincitrici non è arrivata prima nel proprio raggruppamento

Le prime parole in viola di Patrizia Panico

Un lungo post sulla sua pagina Facebook per i ringraziamenti a coloro che hanno lavorato con lei nel passato e quanti hanno riposto nella sua figura la fiducia di un progetto futuro: "Sono entrata in FIGC da giocatrice ed esco da allenatrice, ringrazio tutte le persone che ho incontrato durante il cammino, dai magazzinieri ai Presidenti che hanno contribuito alla mia formazione e realizzazione, come donna e come tecnico" e ancora scrive " E' giunto il momento di ricominciare da dove avevo lasciato, da Firenze, viola per natura, provando a restituire al calcio femminile un millesimo di ciò che ha dato a me". Non fa promesse la Panico ne svela le ambizioni ma assicura ai tifosi che "lotteremo sempre per onorare la maglia e la città"

Deborah Salvatori Rinaldi dice addio al Milan