Tabellone Euro 2020: Italia e Inghilterra per l’ultimo atto a Wembley

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui


Italia e Inghilterra sono le ultime due superstiti del tabellone di Euro 2020. Dopo la grande e sofferta vittoria sulla Spagna da parte degli azzurri, anche gli inglesi di Southgate hanno staccato il pass per l’ultimo atto degli Europei, battendo la Danimarca in una rimonta completata ai supplementari.

Oltre a scoprire nel dettaglio tutti gli incastri della fase finale, andremo a capire come è stato disegnato il tabellone degli Europei 2020 dalla Uefa e quali sono stati i criteri di assegnazione dei quattro posti alle migliori terze, ovvero come è stato assegnato loro il posto negli ottavi. Per capirlo bene è utilissimo consultare il regolamento degli Europei, unica fonte certa da cui attingere le notizie certe in merito ad ogni norma della competizione.

Tabellone Euro 2020: tutti gli incastri della fase finale del torneo

Come è possibile notare, la parte sinistra era, almeno inizialmente, decisamente la più dura nel tabellone degli Europei. Con Francia, Spagna, Belgio, Portogallo e Italia erano davvero tante le pretendenti per arrivare all’ultimo atto del torneo. Lo scherzetto della Svizzera ai campioni del mondo in carica ha scombinato un po’ le carte in tavola. Dall’altra parte, dopo la vittoria sulla Germania, per l’Inghilterra si è spalancata una vera e propria autostrada verso la finale.

Leggi anche:  Il ritorno di Allegri alla Juventus: "Ronaldo un campione, la Champions un desiderio"

tabellone euro 2020

Tabellone Europei 2020: i criteri per gli incroci delle migliori terze agli ottavi

Scorrendo il suddetto regolamento, consultabile direttamente dal sito della Uefa, si arriva a pagina 19 del capitolo Competition System. Al punto 21.05 troverete la tabella che descrive inequivocabilmente tutti i possibili incroci delle migliori terze agli ottavi di finale.

È utile partire da un presupposto base: l’inserimento in tabellone deriva esclusivamente dai gironi di provenienza delle migliori terze. Ciò significa che, ai fini del piazzamento di una terza contro un’avversaria o un’altra, non ha alcuna rilevanza il numero di punti, di gol, di differenza reti o similari. Il destino di una nazionale che giunge terza, e viene ripescata, è già segnato in base alla tabella che segue:


Nella prima colonna trovate i gruppi di provenienza delle migliori terze, mentre in quelle seguenti gli incastri consequenziali in base ai differenti scenari. La dicitura WB, WC, WE, WF sta per Winner of group B, C, E ed F. Questo perché, ricordiamolo, le prime dei gruppi A e D non incontrano una terza, bensì una seconda. Di seguito il tabellone di Euro2020 con le squadre intanto qualificate.

Leggi anche:  Juventus-Sassuolo dato il via alle trattative per Locatelli: news e calciomercato

Regole per la classifica delle migliori terze Euro2020

Dopo aver focalizzato l’attenzione sugli incroci effettivi delle migliori terze negli ottavi degli Europei 2021, è il momento di ricordare come verrà stilata la classifica di queste. I criteri per stabilire l’ordine delle terze classificate sono 6. Eccoli elencati dal primo all’ultimo per importanza:

  1. numero di punti fatti nel proprio girone
  2. differenza reti
  3. numero di gol segnati
  4. numero di vittorie nel proprio girone
  5. classifica disciplina*
  6. posizione nel ranking per nazioni Uefa

*Questo criterio è il meno intuitivo perché consiste in una classifica di cui si tiene scarsamente conto di solito. Si basa sul numero di cartellini che vengono sventolati ai calciatori di una nazionale secondo il seguente criterio:

  • espulsione diretta o per doppia ammonizione: 3 punti
  • ammonizione: 1 punto
Leggi anche:  Gabriele Gravina sulla riapertura degli stadi e riforma della Serie A

Logicamente la squadra che avrà il punteggio più basso sarà anche quella che è stata maggiormente corretta. Quindi avere pochi punti significa essere meglio piazzata in questa speciale graduatoria.

  •   
  •  
  •  
  •