Roma-Cska 5-1, Mou: “Bene solo il risultato, il resto non mi è piaciuto”

Pubblicato il autore: Christian La Pira Segui


Vinci 5-1 all’esordio Europeo centrando la sesta vittoria consecutiva di inizio stagione, e invece di essere contento ed entusiasta della tua squadra ti presenti ai microfoni calmo e un pò contrariato per la prestazione, parlando di una squadra che non ha rispecchiato cioò che si attendeva e che si poteva fare meglio: questo è Josè Mourinho, sempre più al comando della sua Roma, sempre più leader, sempre più capopolo di una tifoseria che già lo adora.

Mou non contento nonostante il 5-1 al Cska

Dopo le due vittorie contro il Trabzonspor nei preliminari della Conference League e le tre vittorie in campionato nelle prime 3 giornate, contro Fiorentina, Salernitana e Sassuolo, ieri sera è arrivata la sesta vittoria consecutiva, nella nuova competizione europea, contro i bulgari del Cska Sofia. Ed è arrivata con un risultato largo, un netto 5-1 con una formazione molto diversa rispetto al campionato, per dare spazio anche a chi ha giocato meno. Una vittoria che ai più è sembrata molto convicente (come d’altronde tutto questo inizio di stagione della sua Roma), tranne allo Special One, che si è presentato ai microfoni di Sky non particolarmente contento della prova dei suoi.

Leggi anche:  Milan, il dopo-Ibrahimovic ha già un nome

“Mi tengo solo il risultato, per il resto non mi è piaciuto quasi niente”

Mi porto a casa solo il risultato” – ha commentato l’allenatore portoghese – “Per il resto non mi è piaciuta la prestazione dei miei giocatori, non mi è piaciuto quasi nulla. La qualità di gioco è stata molto bassa, il centrocampo non ha avuto intensità, abbiamo perso molti duelli difensivi e i terzini non hanno spinto a dovere. Non abbiamo giocato male, ma neppure come piace a me. Il 5-1 è eccessivo, non meritavamo questo risultato. Il gruppo è fortissimo, sono tutti coinvolti, stiamo diventando squadra e dovremo esserlo quando arriveranno le sconfitte, ma intanto dobbiamo fare meglio di stasera”.

“Devo gestire l’entusiasmo che si sta creando a Roma”

“Durante una stagione ci sono sempre dei momenti bui” – ha proseguito Mourinho – “E quando arriveranno è li che dovremo dimostrare di essere ancora più squadra, ancora più club. Facile quando le cose vanno bene. Dobbiamo solo sperare di non avere infortuni, perchè non abbiamo la profondità di rosa che hanno gli altri top-club, questo è un dato di fatto, visto che noi abbiamo giocatori giovani che hanno bisogno di tempo per diventare competitivi ai massimi livelli. L’entusiasmo che c’è adesso a Roma è molto bello, com’è bello il rapporto che si sta creando tra squadra e tifosi, ma dobbiamo rimanere tranquilli e capire che una stagione è una maratona: 6 vittorie non sono 60. Abbiamo dei limiti, dobbiamo restare calmi”.

“Pellegrini nei prossimi giorni rinnoverà il suo contratto”

Chiusura sulla voglia di vincere e su Lorenzo Pellegrini “Dobbiamo avere uno spirito competitivo, per me divertirsi vuol dire vincere. Forse è sbagliato, non lo so. Ma per me è così: divertirsi è vincere. Pellegrini? Io vorrei sempre avere 3 come lui in campo, ha grandi potenzialità e può crescere ancora. Ha delle qualità super. E’ il nostro capitano, il simbolo del legame tra squadra e tifosi. Mi piace il rapporto che sta creando coi supporters. Mi ha detto che nei prossimi giorni firmerà il rinnovo di contratto, e questa è una cosa molto positiva, perchè gli permetterà di avere ancora più forza nel legame che sta costruendo con la città”.

  •   
  •  
  •  
  •