MOVIOLA Lazio-Inter, tutti gli eventi del match all’Olimpico

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Il primo big match dell’ottava giornata è andato in scena all’Olimpico di Roma. Lazio-Inter finita 3-1 si poterà dietro diverse polemiche per sempre. Tanti gli episodi durante la partita. La Moviola di Lazio-Inter, infatti, è ricca di momenti difficili, ma ben gestiti dall’arbitro Irrati.

Moviola Lazio-Inter: tutti gli episodi del match

Un ritorno amaro per Simone Inzaghi a Roma, dove perde il primo match da ex contro la sua Lazio. L’Inter passa in vantaggio al 12′ con Perisic, poi perde 3-1; per i biancocelesti in gol: Immobile, Anderson, Milinkovic-Savic (64′; 81′; 90+1′).

Il primo episodio della gara è il rigore per l’Inter. Siamo al 12′ del primo tempo, Barella entra in area di rigore ed entra in contatto con Hysaj, cadendo poi a terra. Irrati fischia rigore. Il giocatore laziale protesta, ma l’intervento sul giocatore nerazzurro c’è. Sulla palla arriva Perisic che non sbaglia: 1-0.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana Inter Juventus in chiaro su Canale 5

Nel secondo tempo, al 64′, Irrati fischia un altro rigore, questa volta a favore della formazione di Sarri. Sul colpo di testa di Patric, il pallone carambola sul braccio di Bastoni. Nonostante la distanza molto ravvicinata e l’involontarietà, il braccio del difensore nerazzurro è largo e il rigore, a termini di regolamento, ci sta.

Per il resto, la partita vede gli animi dei giocatori molto accesi, soprattutto nel finale. Si parte all’81’ quando la Lazio passa in vantaggio con un gol nato dall’azione di un giocatore dell’Inter a terra (Dimarco) su fallo di Leiva. L’arbitro concede il vantaggio perché la formazione ospite non si ferma. L’Inter appunto nell’azione precedente non butta fuori il pallone, e anzi con Lautaro va al tiro (parato da Reina). I biancocelesti così ripartono e arrivano in porta, col gol di Felipe Anderson.
Da questo momento parte una grande rissa che coinvolge diversi giocatori, il primo ad accendere la scintilla è Dumfries. Irrati tira fuori il cartellino giallo per Lautaro Martinez, Felipe Anderson, Milinkovic-Savic e Dumfries.

Leggi anche:  "Vedo tra le favorite l'Atalanta"

Al termine della gara, quando Irrati fischia la fine, gli animi restano accesi. Luis Felipe va su Correa, aggrappandolo per la maglia, da dietro. Irrati non ci pensa su due volte: cartellino rosso. Il difensore esce in lacrime.

  •   
  •  
  •  
  •