“Se parliamo di Balotelli in nazionale siamo disperati”

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco


La notizia è ufficiale: Roberto Mancini ha chiamato anche Balotelli nei 35 per lo stage della nazionale. La decisione dell’allenatore della nazionale italiana ha creato un po’ di discussioni. Alcuni sono favorevoli a un ritorno di Supermario, considerate le prestazioni non eccellenti di Immobile in nazionale, altri, invece, si dicono molto contrariati dalla cosa. Balotelli gioca attualmente in Turchia all’Adana dopo le esperienze poco entusiasmanti con Brescia e Monza in Italia. Di Canio duro nei confronti di mister Mancini, definisce un fallimento l’idea di richiamare Balotelli e Joao Pedro.

Balotelli lo scorso anno non giocava neanche in Serie B al Monza e quest’anno ha fatto 8 gol in Turchia. Non è che ha fatto 28 gol in 7 partite. Dobbiamo parlare del Balotelli giocatore e se si accetta questo vuol dire che siamo disperati. Inoltre il gruppo azzurro non è più quello storico dove c’era il senatore che non accettava le sue bizze, questo è un gruppo nuovo. Non stiamo parlando di un delinquente e se Mancini lo chiama saprà cosa tirare fuori. Joao Pedro? Ha 30 anni e ha giocato solo nel Cagliari lottando per non retrocedere” Il giudizio di Di Canio duro nei confronti di Supermario e Joao Pedro ai microfoni di Sky.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Perisic vicino alla Juventus, a Torino sono scatenati