Qualificazioni Mondiali 2022: cosa succederebbe in caso di vittoria contro la Macedonia?

Pubblicato il autore: Andrea Rao

Italia qualificazioni mondiali

Italia qualificazioni Mondiali: l’attesa è finita. Il fatidico momento è finalmente giunto. Giovedì 24 marzo alle ore 20:45 allo stadio “Renzo Barbera”  di Palermo gli azzurri saranno chiamati ad un test fondamentale, in cui si giocheranno la possibilità di partecipare al prossimo campionato del mondo. La partita, soprattutto, sarà una prova di maturità in cui i ragazzi di Mancini dovranno dimostrare chi sono veramente. Dopo essersi laureati Campioni d’Europa hanno messo in campo prestazioni opache in totale contrapposizione a quanto fatto vedere durante la competizione estiva. Infatti i pareggi contro squadre modeste come Bulgaria, Svizzera e Irlanda del Nord hanno condannato l’Italia a giocarsi l’accesso al torneo del Qatar ai playoff. Una situazione non degna dei migliori d’Europa. Roberto Mancini, tecnico abituato a vincere, dovrà spronare i suoi a dare il meglio. Un’eliminazione di Verratti e compagni sarebbe assurda e paradossale.

Leggi anche:  Mondiali, Francia-Inghilterra probabili formazioni: Deschamps e Southgate fanno pretattica

Qualificazioni Mondiali 2022: se l’Italia passa contro la Macedonia chi incontra al prossimo turno?

Non solo Macedonia del Nord. L’opportunità di approdare alla fase a gironi del Campionato del mondo passa anche da un secondo scontro diretto. Infatti mentre “i manciniani” scenderanno in campo in terra siciliana, allo stadio “Dragao” di Oporto si consumerà il duello tra il Portogallo e la Turchia. Uno scontro aperto che vedrà contrapposte due formazioni di qualità. Demiral Calhanoglu contro Rui Patricio e Rafael Leao. Tanta serie A (se si considera anche la presenza di Cristiano Ronaldo che ha militato per 3 stagioni nella Juventus), per una gara fondamentale per l’Italia. Sembra quasi un’assurdità ma è proprio contro una di queste due squadre che gli azzurri giocherebbero, ove riuscissero a superare l’ostacolo di giovedì. Sulla carta l’impegno sembra di facile soluzione ma non bisogna dimenticare che è proprio contro le piccole che i nostri hanno sofferto. Un esempio di ciò è il fatto che la truppa Mancini contro il Belgio nella finalina di Conference League (vinta per 2 a 1 ) sembrava essere “rinsavita”, per poi dare vita alla serie di pareggi che ha condotto ai playoff.

Leggi anche:  Genoa: esonerato Blessin, ecco il nome nuovo sulla panchina

Italia, è emergenza in difesa

Mancini dovrà essere perfetto e in grado di schierare la formazione migliore. Purtroppo l’ultimo turno di Serie A non è stato foriero di buone notizie per lui, visto che lo ha privato di Giovanni di Lorenzo. Il difensore napoletano, contro l’Udinese, ha subito una brutta distorsione al ginocchio che lo terrà fuori del tempo. Stesso discorso per Chiellini e Bonucci. Nonostante la convocazione azzurra i centrali bianconeri non sono al meglio, a causa di infortuni al polpacci che li tormentano da settimane. Se il capitano è comunque sceso in campo contro la Salernitana sembrando quasi recuperato, superLeo non gioca da diversi turni preoccupando il tecnico italiano. Probabilmente saranno schierati Mancini Bastoni a baluardo della zona centrale della difesa, con Florenzi ed Emerson sulle fasce.

  •   
  •  
  •  
  •