La Roma in semifinale e Mourinho dice: “all’intervallo ho detto ai miei…”. Ecco cosa, e le altre dichiarazioni

Pubblicato il autore: Andrea Milano


“Tocca a noi prendere in mano la bandiera dell’Italia, siamo l’unica squadra rimasta in corsa in una coppa europea. Ero fiducioso anche dopo la gara di andata, non ho visto particolari problemi nemmeno li, sentivo che eravamo superiori. Siamo più forti di loro, è inaccettabile aver vinto solo alla quarta partita. Ma oggi contava solo il risultato e il passaggio del turno”. Queste le parole di Mourinho al termine della gara vinta per 4-0 contro il Bodo Glimt e aver raggiunto le semifinali della Conference League. La Roma giocherà contro il Leicester per un posto in finale. I tifosi, che già lo idolatravano prima, adesso impazziscono per il tecnico portoghese che ormai ha totalmente in mano la Roma.

Tra il gioco e il risultato oggi contava una cosa sola per la Roma, dice Mourinho

Anche dopo le partite di Champions League si è tornato a parlare di bel gioco messo a confronto con il risultato finale, proprio a discapito del gioco stesso. A tale domanda (non riguardante la partita della Roma di ieri sera) Mourinho risponde: “Giocare bene e perdere non mi piace. Va bene per i filosofi del calcio, quelli che si difendono e si nascondono dietro questa teoria quando non raggiungono i risultati. Noi oggi abbiamo giocato molto bene, con carattere e personalità. All’intervallo nello spogliatoio ho detto che non era il caso di umiliare l’avversario, solo di dominare e andare in semifinale. È così è stato”. Sempre lucido Mourinho, che come solo i grandi allenatori insegnano non si fanno prendere dalla foga delle inutili rivincite, ma guardano dritto all’obiettivo, a qualcosa di più grande. Complimenti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa Italia Serie C, dove vedere Viterbese-Vicenza: diretta TV e streaming