De Ligt, addio Juventus: dal Bayern più di 80 milioni di euro, è fatta

Pubblicato il autore: Christian La Pira


Matthijs De Ligt
dopo sole tre stagioni saluta la Juventus e vola al Bayern Monaco nel campionato tedesco: la svolta decisiva ieri sera dopo che la dirigenza bianconera ha accettato la maxi offerta di più di 80 milioni di euro, compresi i bonus.

Offerta irrinunciabile, forse già oggi le visite mediche

Di fronte ad un’offerta del genere, Cherubini e Nedved non hanno potuto dire di no e hanno concretizzato tutte le ipotesi che giravano da giorni: gli emissari della società tedesca erano più che convinti di concludere l’affare in breve tempo e così è stato. Le visite mediche potrebbero essere fissate già per la giornata di oggi, e il difensore olandese ha già lasciato Torino direzione Monaco di Baviera.

Arrivò alla Juve da predestinato, per lui un gol nel derby

Classe 99, dopo essersi fatto conoscere durante i suoi trascorsi più che positivi all’Ajax, quando veniva definito il prospetto più promettente al mondo tra tutti i difensori del pianeta, la Juventus preleva De Ligt nell’estate del 2019 tra l’entusiasmo generale dei propri tifosi: nelle sue tre stagioni in bianconero raggiungerà 87 presenze siglando anche 8 gol, 1 di cui decisivo nel Derby di Torino nella stagione 2019/2020.

Leggi anche:  Genoa, la carica di Blessin: “Oggi conta il risultato, dobbiamo essere cinici”

Non ha mai convinto come doveva, e quanti errori

In maglia bianconera, De Ligt non ha mai raggiunto il livello che tutti si aspettavano dal momento del suo acquisto: anche se spesso si è dimostrato un difensore roccioso ma di classe denotando un forte spessore internazionale, ha alternato pure prestazioni macchiate da errori piuttosto gravi, molti dei quali sottoforma di falli di mano ingenui che hanno causato diversi calci di rigore per gli avversari. Il difensore olandese, ha sempre dimostrato di saper giocare meglio in una difesa a 4, andando in grande difficioltà nella disposizione a 3 uomini.

Ha ancora 23 anni, per lui ora cambia tutto

Ancora giovanissimo, a 23 anni De Ligt è pronto alla sua nuova avventura in terra tedesca, in un calcio totalmente diverso rispetto a quello della Serie A italiana, campionato in cui il giovane difensore olandese è cresciuto tantissimo individualmente a livello difensivo.

Leggi anche:  Genoa: Blessin a rischio esonero?

La Juve vuole Bremer, ma occhio a Pau e Gabriel

E adesso la Juve cosa fa? Di sicuro si muoverà per cercare un sostituto, visto che al momento i centrali rimasti in rosa sono Bonucci, Gatti, Rugani e all’occorrenza Danilo e vista la disponibilità economica nelle casse bianconere dopo la remunerativa cessione di De Ligt al Bayern. Primo obiettivo di Arrivabene e Cherubini rimane sempre Bremer, sui cui però l‘Inter è in netto vantaggio, ma con i soldi della cessione di De Ligt la Juve potrebbe tentare clamorosamente di inserirsi. Altri obiettivi Pau Torres del Villareal, Gabriel dell’Arsenal e Badiashile del Monaco. Sullo sfondo, Milenkovic della Fiorentina.

  •   
  •  
  •  
  •