Alessio Romagnoli: parole d’amore per la Lazio, mentre per il Milan…

Pubblicato il autore: Andrea Milano

Alessio Romagnoli ha ormai svestito i colori rossoneri e abbandonato la fascia da capitano del Milan. La foto è ancora del suo recente passato perché nella sua prima intervista da laziale ha toccato anche i temi riguardanti la sua ormai ex squadra. Romagnoli, al Milan dal 2015 fino a pochi giorni fa, con 197 presenze e molte con la fascia da capitano al braccio, non poteva non fare riferimento ai rossoneri.

Ecco la parole di Romagnoli sul Milan e sulla Lazio

Alessio Romagnoli arriva alla Lazio da top player e da tifosissimo dei colori biancocelesti. Non è un dettaglio di poco conto questo, che può valere da motivazione extra per lui e godrà dell’appoggio pieno dei tifosi. Ecco le sue dichiarazioni sul suo arrivo alla Lazio e sul contestuale addio al Milan: “È l’emozione più grande della mia vita. Ogni volta che giocavo contro la Lazio, prima del fischio d’inizio cantavo l’inno di nascosto, mi mettevo la felpa sopra il naso e cantavo l’inno. Ogni volta che venivo all’Olimpico parlavo con sugli Tare. Ho sempre detto di voler giocare nella Lazio”. Parole non proprio da ex capitano milanista che non faranno di certo piacere ai rossoneri. In arrivo una doppia sfida di campionato bollente per lui. Romagnoli parla anche del numero di maglia, non casuale, scelto alla Lazio, il numero 13. Ecco le sue parole: “Diciamo che la 13 me la porto dietro da tanti anni. Io penso che Nesta sia stato il più forte difensore di tutti i tempi, nessuno sarà mai come lui per quello che ha rappresentato alla Lazio e al Milan. È un qualcosa di irripetibile”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mondiali, probabili formazioni Croazia-Belgio: le scelte di Dalic e Martinez