Zeman attacca il calcio italiano: “Giocatori stanchi dopo due corsette”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino


Irriverente come sempre, uno degli allenatori storici del nostro calcio, Zeman, attacca il calcio italiano questa volta. Durante l’ultima intervista a Libero, il tecnico boemo ha criticato il gioco italiano.

Zeman attacca il calcio italiano

Le perplessità dell’ex allenatore di Lazio e Napoli, durante l’intervista a Libero, ha spiegato quali sono i difetti del calcio italiano:  “La preparazione fisica perfetta è la base del risultato che si ottiene, poi, in campo. Oggi vedo alcune squadre, anche top, allenarsi poco. I giocatori sono stanchi dopo due corsette, si mettono le mani ai fianchi. In Inghilterra corrono il doppio e si allenano meglio”.

Tutto questo rende impossibile vincere in Europa, tant’è che la Champions League manca dal 2010 ad una squadra italiana (l’ultima volta vinta dall’Inter di José Mourinho). Zeman ha concluso: “I giocatori tengono troppo la palla e camminano. Rallentano tutto. Non velocizzano, non mangiano il campo. Così è difficile essere competitivi in Europa”.

Non è il primo, pochi giorni fa anche il tecnico del Bayern Monaco aveva criticato il metodo di preparazione della Serie A in seguito all’arrivo di De Ligt dalla Juventus, mettendo in dubbio la preparazione dei bianconeri e di Allegri. Le parole di Nagelsmann avevano scosso l’ambiente, quelle di Zeman non passeranno inascoltate da allenatori, giocatori e preparatori.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Genoa: due nomi importanti per rinforzare l'attacco, ecco chi è in pole position