Lautaro sui social in una foto coi suoi trofei “Grazie 2022”

Pubblicato il autore: Christian La Pira


Lautaro Martinez
saluta l’anno che sta per terminare con un bellissimo post sui suoi social, dove l’attaccante nerazzurro ha postato una sua foto con i 4 trofei vinti durante l’anno solare condita da una semplice frase: grazie 2022. Si, perchè il 2022 è stato per Lautaro un anno strepitoso dal punto di vista delle vittorie, soprattutto quella del mondiale di calcio con la sua nazionale argentina. Sarebbe potuto essere un anno perfetto se solo fosse arrivato anche lo scudetto, ma rimane la gioia dell’anno prima con Conte in panchina. Insomma, a Lautaro i trofei non mancano.

Dalla supercoppa dell’ultimo respiro alla finalissima

Il primo trofeo raggiunto è stato la Supercoppa Italiana a Gennaio, a San Siro, contro la Juventus: serata indimenticabile in cui la vittoria arrivò grazie ad una rete all’ultimo minuto dei supplementari firmato Alexis Sanchex. Poi la Coppa Italia a Giugno, a Roma, sempre contro la Juventus, con quel 4-2 rimasto impresso nella memoria dei tifosi nerazzurri. Infine, nella finalissima di Wembley, la netta vittoria contro l’Italia nella partita considerata appunto La Finalissima tra la vincente dell’Europeo e la vincitrice della Coppa America. E dopo questo fantastico trittico di trofei, ecco la ciliegina sulla torta: il Mondiale di Calcio in Qatar, un sogno che si avvera.

Leggi anche:  Zaniolo, minacce e inseguimenti: non c'è pace, interviene la Polizia

Top Player nell’Inter, riserva di Alvarez in Nazionale

Lautaro nell’Inter, soprattutto nell’ultimo anno, ha assunto un peso fondamentale, diventando praticamente il top player della squadra: ha trascinato i compagni a suon di gol, superando quota 20 in stagione e nell’anno solare. Impresso nella mente il gol segnato ad Anfield contro il Livepool, una rete meravigliosa che purtroppo non servì per il passaggio del turno. Ai Mondiali di calcio, invece, con la maglia dell’Argentina, dopo aver iniziato la manifestazione da titolare al fianco di Messi, si è visto soffiare il posto da Julian Alvarez, ma ha comunque sempre dato il suo enorme apporto in campo anche da subentrato, pur non riuscendo a segnare neppure un gol. E adesso, Lautaro è pronto a diventare un top europeo: i numeri ci sono, le qualità pure. Lautaro è pronto ad un 2023 ancora migliore.

  •   
  •  
  •  
  •