Juventus plusvalenze, Cherubini: “Più volte mi sono lamentato con Paratici che il valore dato ai giocatori non era congruo”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli

Juventus plusvalenze
Juventus plusvalenze, sempre più noti al pubblico i dubbi di Fabio Cherubini riguardo le finte manovre di mercato ricostruite dalle intercettazioni. Ciò è quanto mostrato dal verbale dell’audizione dell’attuale ds bianconero con i pm. Come riportato da SportMediaset, Cherubini è pronto a dichiarare: “Più volte mi sono lamentato con Paratici che il valore dato ai giocatori non era congruo – si legge, cercando di scagionare il CdA –. Agnelli, Nedved e il CdA vedevano le plusvalenze quando ormai erano realizzate, non davano indicazioni”.

Juventus plusvalenze: Cherubini sostituisce Paratici

Come riporta il Corriere della Sera, citando il verbale dell’audizione, è l’attuale ds della Juventus a sostituire Fabio Paratici: “Non so se ha avuto confronti con Agnelli, ma so che il presidente lascia autonomia alle persone che lavorano nell’area sportiva, come ho sperimentato io stesso in questo periodo”.

La carta Cristiano Ronaldo

Tra i temi trattati nell’audizione spunta anche il più volte nominato Cristiano Ronaldo, si discute di stipendi in sospensione dell’attaccante, da pagare oltretutto in caso di cessione. Fabio Cherubini finge di non conoscere la situazione, affermazione poco plausibile stando alle effettive intercettazioni. Dichiara: “Difficile che un direttore sportivo non conosca gli impegni presi dal predecessore o carte sottoscritte. Non so dire perché questa carta avrebbe un impatto sul bilancio, se l’impegno comporta un obbligo andava riportata in bilancio”.

Interrogata l’ex CdA Marilungo

Interrogata inoltre Daniela Marilungo, manager bolognese nota per aver motivato le proprie dimissioni (l’unica) dal CdA della Juventus per “impossibilità di esercitare il proprio mandato con dovuta serenità e indipendenza“. La donna è stata interrogata per 8 ore dai pm che indagano sulla questione della società bianconera, come persona informata sui fatti.

Leggi anche:  Real Madrid-Atletico Madrid, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Coppa del Re

Juventus plusvalenze: lo scambio Akè-Tongya

Si discute, inoltre, lo scambio Akè-Tongya, per il quale si parla di un documento sequestrato con due colonne, riferite ai giocatoti: “Valore reale e valore di scambio”. Il ds Fabio Cherubini, spiega: “Il valore di scambio è quello riconosciuto al calciatore in quello scambio. Non so perché ci sia scritto valore reale e non cash, ma quello si intende”.

 

  •   
  •  
  •  
  •