Zaniolo, minacce e inseguimenti: non c'è pace, interviene la Polizia


Non c'è pace per Zaniolo, minacce e inseguimenti nella serata di domenica per l'attaccante della Roma. La madre e la sorella denunciano tutto sui social dopo l'accaduto in Capitale. Sempre più distanti giocatore, società e tifosi.

Zaniolo, minacce e inseguimenti: ancora caos intorno a lui

Ancora caos intorno a Nicolò Zaniolo, il giocatore della Roma dopo lo striscione dei tifosi giallorossi, che spingono il giovane a lasciare la società, ha subito minacce e un inseguimento. Tanta paura per lui, con la Polizia costretta ad intervenire.
La Roma ha giocato in trasferta a Napoli, dove la formazione dello Special One è stata sconfitta per 2-1. A fine gara alcuni tifosi sono andati sotto casa del giocatore. Qui iniziano frasi e minacce, così come riporta il Messaggero.

Tante le frasi rivolte all'attaccante, tra queste: "M..., te ne devi andare. Se abbiamo perso è colpa tua". Ma non è finita qui, ci sono stati inseguimenti in macchina, minacce di morte e polizia sotto casa del giocatore per controllare la situazione.

Leggi anche:  L'Aquila-Sambenedettese, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere playoff Serie D

Zaniolo ha chiesto alla società di essere ceduto, Tiago Pinto sta facendo del suo meglio, il giocatore ha anche rifiutato l'offerta del Buurnemouth, 30 milioni. Il mercato chiuderà tra circa 48 ore, si proverà di tutto per accontentare Nicolò e mettere fine anche al caos che la situazione ha generato.