Florenzi alla Procura di Torino: "Mai scommesso sul calcio, solo su..."

Il filone d'inchiesta sul calcioscommesse si allarga a nuovi indagati, ma Alessandro Florenzi ha raccontato alla Procura di Torino di non aver mai scommesso su partite di calcio. Le ultime notizie in merito, dopo l'interrogatorio di questo pomeriggio.

Alessandro Florenzi, 32enne calciatore jolly del Milan, è un nuovo indagato da parte della Procura di Torino per il filone sul calcioscommesse. La notizia è di ieri sera.

Oggi è stato subito ascoltato dalla stessa Procura (si è presentato di sua spontanea volontà senza aspettare una sua convocazione), alla quale però ha chiarito di non aver mai scommesso sul calcio.

Calcioscommesse, l'interrogatorio di Florenzi: "Ho giocato alla roulette, ma non ho scommesso sul calcio"

Alessandro Florenzi è stato ascoltato nel pomeriggio di oggi da Luigi Mitola, capo della squadra mobile, dal Pubblico Ministero, la dr.ssa Manuela Pedrotta, e dal procuratore capo vicario Enrica Gabetta.

Leggi anche:  Abbonamenti Dazn 2024: tutti i prezzi dei Piani Start, Standard e Plus

Con lui gli avvocati Tognozzi e Conte, che assistono anche Nicolò Zaniolo.

Il calciatore, secondo quanto riporta l'Ansa, avrebbe affermato di non aver mai scommesso sul calcio, ma soltanto di aver giocato alla roulette e ad altri giochi estranei al mondo del pallone. L'interrogatorio sarebbe durato poco più di un'ora e lo stesso Florenzi avrebbe ammesso di aver utilizzato piattaforme illegali.

Se le sue tesi venissero confermate, rischierebbe probabilmente soltanto una multa e non una sospensione come invece accaduto a Nicolò Fagioli e Sandro Tonali.