Il Torino riparte: Sanabria e Vlasic allargano la crisi del Sassuolo (2-1). Cronaca e tabellino

Nel secondo posticipo della 12a giornata i granata scacciano la contestazione dopo il flop in Coppa Italia piegando i neroverdi, troppo rinunciatari. Thorsvedt non basta a Dionisi, ma Juric perde due colonne per infortunio: Rodriguez e Ricci fuori per problemi muscolari

Va al Torino il “derby” delle squadre in crisi. Nel secondo posticipo del lunedì dell’11° giornata i granata piegano 2-1 il Sassuolo, centrando la seconda vittoria consecutiva in campionato dopo il successo di Lecce firmato Buongiorno. Sanabria e Vlasic squarciano la contestazione dei tifosi dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia e fanno salire la squadra di Juric (in tribuna per squalifica) a 15 punti. Il Sassuolo invece allunga il digiuno di successi a quattro partite e resta a quota 11, solo a +3 sulla terzultima posizione.

Torino, che jella: vanno ko anche Ricci e Rodriguez

Meritata la vittoria del Torino, che ha cercato di più i tre punti creando molte più occasioni, tanto nel primo che nel secondo tempo. Granata bersagliati anche dalla sfortuna, quella che ha tolto di mezzo nel primo tempo per infortuni muscolari Ricci e Rodriguez. Il Toro parte fortissimo, crea due occasioni nei primi cinque minuti con Vojvoda e Sanabria e passa al 7’ proprio con il paraguaiano, al primo centro in campionato, ma troppo libero di colpire su cross di Tameze dalla destra. Il Sassuolo non reagisce e fatica ad alzarsi, ma pareggia al primo tentativo, già al 18', con Thorstvedt, che stoppa e trasforma in rete dal limite un bell’assist di Berardi. I padroni di casa non accusano il colpo e tornano a tessere la propria tela, fatta di un possesso palla rapido e delle imbucate per le punte, dalle fasce, dove Bellanova domina a destra, o dal centro, dove Ilic è ispirato al pari di Vlasic, entrato per Ricci. Le migliori occasioni per il nuovo vantaggio capitano però a Buongiorno, di testa da corner, a Vlasic, con un colpo di tacco geniale, e a Zapata, che prima non inquadra la porta e poi si fa stregare da Consigli.

Poco Sassuolo: flop Racic, festa Toro

Il secondo tempo è più tattico, dominato dalla stanchezza, dalla paura di perdere e dalla volontà di sfruttare gli eventuali errori dell’avversario. Il Sassuolo però non approfitta neppure del fatto che il Toro abbia già dovuto fare due cambi forzati e abbia un solo slot a disposizione, così dopo un’altra occasione mancata da Sanabria la gara si decide a metà tempo. Al 21’ lampo sassolese con una traversa ai Laurienté, dopo due minuti erroraccio in uscita di Racic, disastroso sostituto di Bajrami all’intervallo e Tameze confeziona il secondo assist di giornata per Vlasic. Il croato insacca in diagonale, cinque minuti prima del tris fallito da Zapata. Il Toro riparte con punti e gioco, il Sassuolo riflette e si guarda le spalle.

Torino-Sassuolo 2-1: il tabellino

Marcatori: 5’ Sanabria; 17’ Thorstvedt; 69’ Ilic

Torino (3-5-2): Milinkovic Savic; Tameze, Buongiorno, Rodriguez (43’ Zima); Bellanova (83’ Lazaro), Linetty, Ricci (9’ Vlasic), Ilic, Vojvoda; Sanabria (83’ Radonjic), Zapata. All.: I. Juric (in panchina: M. Paro).

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Vina, Ferrari, Erlic, Toljan; Thorstvedt (80’ Volpato), Boloca; Laurientè (87’ Castillejo), Bajrami (46’ Racic), Berardi; Pinamonti (80’ Defrel). All.: A. Dionisi.

Arbitro: Ferrieri Caputi (Livorno)

Ammoniti: Sanabria e Berardi