Lotito: "Mai litigato con Sarri, che mi stima molto. Se la Lazio fosse come me..."

Lotito si è raccontato a Radio Serie A. Nelle sue dichiarazioni tante informazioni sul suo rapporto con Maurizio Sarri e le loro acredini, soprattutto in fatto di calciomercato. Il patron della Lazio ha confermato il suo stile diretto nel comunicare con la stampa.

Claudio Lotito ha parlato a 360 gradi della sua Lazio a Radio Serie A. Ecco i concetti principali espressi.

Il patron biancoceleste ha dichiarato di non aver mai litigato con Maurizio Sarri, ma di aver avuto con lui solo degli accessi confronti dialettici; ha continuato affermando che l'ex tecnico dell'Empoli è un grande insegnante di calcio, ma forse troppo integralista.

Lotito si è detto sicuro della stima e della considerazione che il suo allenatore ha per lui e che quindi alla fine il loro rapporto è senz'altro buono.

Le visioni diverse in fatto di calciomercato? Per Ricci aveva ricevuto delle richieste economiche assurde, per questo è arrivato Rovella, che non è affatto inferiore al centrocampista del Torino. Berardi e Zielinski? Per Lotito continuano a non avere la fila di chi vuole acquistarli.

Lotito: "Se la squadra avesse la mia determinazione...."

Il presidente della Lazio ha chiuso l'intervista parlando della fame, del furore agonistico e della determinazione che la Lazio dovrebbe avere. Se la squadra avesse le caratteristiche del loro patron, i risultati fin qui, secondo lui, sarebbero stati migliori.