Il Giro d'Italia passa a Superga il 4 maggio, i tifosi del Torino non ci stanno e protestano con uno striscione

I tifosi del Torino sono in contestazione nei riguardi con l'organizzazione del Giro D'Italia, che comincerà il prossimo 4 maggio con partenza da Venaria Reale per poi passare a Superga, proprio nel giorno del 75esimo anniversario della tragedia del Grande Torino.

I tifosi del Torino sono in contestazione nei riguardi con l'organizzazione del Giro D'Italia, che comincerà il prossimo 4 maggio con partenza da Venaria Reale per poi passare a Superga, proprio nel giorno del 75esimo anniversario della tragedia del Grande Torino.

La protesta è nata perchè per motivi logistici, verranno chiuse al traffico le strade limitrofe che portano sulla collina torinese e quindi non sarà facile per i tantissimi tifosi granata raggiungere la Basilica, per commemorazione annuale.

Una ventina di giorni fa un gruppo di supporter, avevano scritto una lettera indirizzata agli assessori dello Sport regionali e comunali, al sindaco Stefano Lo Russo e al presidente della Regione Alberto Cirio, di richiedere agli organizzatori del Giro, di modificare il percorso della prima tappa per evitare questa problematica, ma evidentemente questa richiesta non è andata a buon fine.

Leggi anche:  Torino-Milan, streaming e diretta TV: Sky, NOW o DAZN? Dove vedere Serie A

Nella notte scorso nel capoluogo piemontese è stato appeso uno striscione: "Salire a Superga è un nostro diritto, il Giro deve cambiare tragitto".