Milan, la situazione nel girone di Champions: destino in bilico per Pioli e co.

Pubblicato il autore: Mattia Passariello

Milan, la Champions è in bilico. La sconfitta di San Siro contro il Chelsea, condizionata solo in parte dalla precoce espulsione di Fikayo Tomori, costringe i rossoneri a guardare le restanti due gare del girone come dei veri e propri dentro o fuori. Il pareggio del Salisburgo a Zagabria ha attutito la gravità del doppio colpo inferto dai londinesi, ma non esenta i rossoneri dall’obbligo di fare bottino pieno contro austriaci e croati per evitare brutti scherzi. Superare il girone di Champions League è infatti imperativo non solo per la caratura non certo irresistibile del raggruppamento, ma anche e soprattutto per gli introiti che ne deriverebbero.

Milan, in Europa non si può più sbagliare

Il giovane gruppo di Stefano Pioli non ha ancora trovato la sua dimensione europea. Troppo spesso il Milan ha mostrato un passo incerto in Champions League, una timidezza che contrasta con l’incedere spedito del campionato. Non vanno dimenticati, certo, gli infortuni che hanno decimato la retroguardia rossonera. Tuttavia, il problema sembra essere più che altro di mentalità. Neanche contro le più abbordabili Dinamo Zagabria e Salisburgo, infatti, il Diavolo è riuscito a mettere in mostra il lato migliore del suo calcio propositivo.

Leggi anche:  Calciomercato Milan: sembra arrivato il momento della stella di questo Mondiale

Una situazione destinata sicuramente a migliorare con il tempo e l’esperienza che i tanti giovani della rosa milanista acquisiranno. Ma intanto c’è la fredda realtà del momento, che costringe a superare il girone anche, se non soprattutto, per questioni puramente economiche. I soldi del passaggio agli ottavi garantirebbero notevole impulso alle mosse rossonere del prossimo futuro.

Il prossimo impegno europeo, in programma il 25 ottobre, vedrà il Milan impegnato nella non semplice trasferta di Zagabria (chiedere al Salisburgo e soprattutto al Chelsea per informazioni), per poi chiudere in casa contro il Salisburgo, che in Austria ha messo in difficoltà i rossoneri soprattutto con il giovane Okafor. Due appuntamenti da non fallire.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: