Lazio-Milan, Kalinic in panchina. Gattuso punta ancora su Cutrone

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 28: Patrick Cutrone of AC Milan celebrates after scoring the opening goal during the serie A match between AC Milan and SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on January 28, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Kalinic, posto da titolare con la Lazio? Non gioca dal primo minuto da Cagliari-Milan dello scorso 20 gennaio. Nikola Kalinic è stato fermato da una fastidiosa pubalgia e anche dall’esplosione di Cutrone. Il croato è tornato in campo per qualche minuto contro il Ludogorets, poi nel finale contro la Roma. All’Olimpico si è visto uno scampolo incoraggiante. L’ex violha ha sfiorato il raddoppio e ha consegnato il pallone buono a Calabria che il terzino rossonero ha spedito alle spalle di Alisson. “Kalinic mi è piaciuto, ha giocato molto bene tecnicamente quando è entrato. E’ così che Cutrone deve giocare i palloni che riceve spalle alla porta”, parole di Rino Gattuso che confermano la crescita del croato. Contro la Lazio c’è pronta una maglia da titolare per Kalinic, che deve cercare di trovare confidenza con il campo il più in fretta possibile. Alla fine però l’allenatore rossonero punterà ancora su Cutrone.

Il Milan ha di fronte un ciclo terribile di partite: Lazio in Coppa Italia, derby con l’Inter di campionato ed Europa League con l’Arsenal. Gattuso dovrà inevitabilmente effettuare delle turnazioni. Impensabile che l’allenatore rossonero possa schierare gli stessi effettivi per tre partite di fila. Detto della possibile staffetta Kalinic-Cutrone, contro la Lazio non ci dovrebbero essere altro cambio rispetto a domenica scorsa. Biglia, sarà al suo posto in cabina di regia. L’argentino è stato protagonista di un caso social, m l’ex laziale non ha nessun profilo ufficiale. Il calcio all’epoca dei fake è anche questo. Altro candidato a rifiatare con i biancocelesti poteva essere Davide Calabria.Ha l’esperienza di un 40enne e anche gli stessi acciacchi”, così Gattuso ha punzecchiato il terzino classe ’96. Ma il numero 2 rossonero sarà al suo posto sulla fascia destra. Molto probabile la conferma in difesa della coppia Bonucci-Romagnoli, così come Suso-Calhanoglu sugli esterni. Il Milan non vuole fermarsi, ma la strada è tutta in salita.

Leggi anche:  Probabili formazioni Spezia-Lazio: torna Luiz Felipe, per Correa possibile riposo

Kalinic  in panchina contro la Lazio, Cutrone ancora titolare

Kalinic, alla ricerca del gol perduto. Non segna dal 3 dicembre, contro il Benevento. Sono passati quasi tre mesi dall’ultima gioia personale di Kalinic con la maglia del Milan. Il croato non ha più trovato la via della rete, anche per diversi problemi fisici. Prima il pestone rimediato da Skriniar nel derby di Coppa Italia del 30 dicembre, poi la pubalgia di inizio 2018. A Cagliari, ultima da titolare per l’ex viola, aveva giocato una buona partita. Un rigore procurato e un assist vincente per Kessié. Così come domenica con Calabria. Nel frattempo la fiducia del Milan in Kalinic non è mai calata. Il club rossonero ha già provveduto a riscattare il cartellino del croato dalla Fiorentina, per 25 milioni di euro.

Leggi anche:  HIGHLIGHTS VIDEO Serie A Fiorentina Milan Femminile, cronaca e risultato: 0-1, la decide Spinelli

L’impressione è che Gattuso abbia già deciso di puntare su Cutrone per il derby con l’Inter. Il tecnico rossonero sa che il baby bomber va gestito e che probabilmente non può sopportare troppi impegni ravvicinati di alto livello. E Andrè Silva? Il portoghese è sempre più ai margini del Milan. Fassone e Mirabelli continuano ad avere parole dolci per l’ex Porto. I bene informati dicono che il suo procuratore, l’onnipotente Jorge Mendes, sia già in cerca di nuovi lidi per il suo pupillo. Vedremo cosa ne sarà di lui, i prossimi mesi sono decisivi per tanti a Milanello. Tantissimi.

  •   
  •  
  •  
  •