Torino-Entella, sarà Longo contro Giampaolo?

Pubblicato il autore: Marco Morgano Segui

Questa settimana torna la Coppa Italia con il suo quarto, e ultimo, turno eliminatorio e giovedì, nello slot delle ore 14:00, il Torino scenderà in campo sfidando i liguri della Virtus Entella con l’intenzione di strappare un pass d’accesso valido per gli ottavi di finale della competizione dove incontrerebbe il Milan di Ibra.
Torino e Virtus detengono finora il medesimo score stagionale infatti i chiavaresi, in Serie B, hanno totalizzato 5 punti in 8 gare così come, in Serie A, ha fatto il Torino. Ma l’Entella, qualche ora fa, ha esonerato il suo tecnico Bruno Tedino e si ritrova attualmente sprovvisto di allenatore. I nomi sul taccuino del Presidente Gozzi per quanto riguarda i papabili sostituti sono quelli di Vivarini, Barone, Cosmi e Longo con quest’ultimo che pare essere in leggero vantaggio sugli altri pretendenti.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

La situazione di Giampaolo

La squadra di Giampaolo, ancora costretto in isolamento a causa del contagio da Covid, attualmente, sta vivendo, almeno sul campo, un periodo complicatissimo con una situazione psicologica che, così disastrata, non era forse mai stata riscontrata in una squadra con questa esperienza del massimo campionato. I granata infatti hanno perso il numero monstre di 14 punti da situazioni di vantaggio in, appena, 8 match di campionato disputati avendo dimostrato un atteggiamento, per lo meno, “discutibile” e inspiegabile nei frangenti successivi alla marcatura delle proprie reti.
Alcune frange della tifoseria granata che, in tempi di pandemia, possono esprimersi solo sulle piazze social, criticano aspramente l’operato del tecnico svizzero colpevole di non aver dato un impronta ideologica alla squadra che, all’apparenza, risulta priva della capacità di capitalizzare le occasioni di guadagnare punti. La situazione è così difficile che alcuni tifosi hanno invocato, addirittura, un ritorno del ex-traghettatore Moreno Longo che, lo scorso febbraio, raccolse in eredità, dall’esonerato Walter Mazzarri, un gruppo che versava, anche in quel caso, in condizioni psicologiche pessime portandolo all’obiettivo minimo della salvezza, seppur con qualche passo falso, aggrappandosi alle prodezze del Gallo Belotti e lanciando alcuni giovani, oggi diventati titolari (Bremer e Singo su tutti).

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

Giovedì il Toro potrebbe ritrovare Longo

Dunque il destino potrebbe profilare una situazione davvero particolare al Torino perché l’Entella, lasciatasi alle spalle l’esonero del suo tecnico Bruno Tedino, potrebbe presentarsi giovedì all’Olimpico Grande Torino proprio con il tecnico di Grugliasco, attualmente svincolato, sulla sua panchina. Infatti il club ligure ha i minuti contati e dovrà risolvere, in queste ore, i ballottaggi del caso se non vuole lasciare i propri giocatori privi di mister proprio in vista dell’importante match col Torino.
Se Moreno Longo, entro giovedì, dovesse assumere le redini della formazione chiavarese sicuramente si potrà vedere poco la sua impronta sul gioco della squadra, però, lo scontro tra l’attuale e il precedente tecnico dei granata, di cui farà le veci il vice Conti, trasmetterà, anche sul piano ideologico, un gusto diverso al match infrasettimanale di coppa.

  •   
  •  
  •  
  •