Real Sociedad Manchester United a Torino per la “variante inglese”. Giovedì Red Devils in città

Pubblicato il autore: Marco Morgano Segui


EUROPA LEAGUE, SEDICESIMI DI FINALE: REAL SOCIEDAD-MANCHESTER UTD A TORINO, SI GIOCHERÀ ALLO STADIUM – Nello scenario pre-serale torinese andrà in scena un singolare match europeo, sul rettangolo verde dello Juventus Stadium il Real Sociedad ospiterà il Manchester United. La UEFA ha selezionato il capoluogo sabaudo per ospitare la gara respinta dalle autorità tecnico-sanitarie nazionali spagnole. Infatti, i residenti nelle terre di Albione non possono raggiungere, né per mare né per terra e né per aria, il suolo iberico sottoposto alla giurisdizione di Spagna e Portogallo. I ragazzi di Solskjær, capitanati dal gigante Harry Maguire, cercheranno di sfruttare il campo quasi neutro di Venaria per ghermire un bottino pieno che agevolerebbe considerevolmente il lavoro in vista del match di ritorno, in programma il prossimo 25 febbraio. Dall’altra parte i baschi, passati come secondi nel raggruppamento guidato dal Napoli, si affideranno all’ex-Citizen David Silva, doppio-campione d’Europa e del Mondo oltre che tetra-scudettato in Inghilterra, per tentare la magica impresa.

Leggi anche:  Udinese-Juventus, nessuna squalifica per Paratici dopo l'assalto a Chiffi. Ziliani: "Calciopoli è ancora qui"

Real Sociedad Manchester United a Torino per la “variante inglese” del SarSCov2. “No” del governo spagnolo a voli da UK

L’andata di un sedicesimo di finale di UEL tra iberici e britannici disputata sul suolo italiano, questo è lo scenario configuratosi a seguito delle ferree restrizioni del Governo Sànchez che impedisce l’ingresso di cittadini inglesi sul suolo ispanico. Questo per la capillare diffusione nel Regno Unito dell’ormai, purtroppo, celeberrima e temibile “variante inglese” del virus responsabile della pandemia globale da CoVid-19. Questa mutazione, infatti, è capace di trasmettere l’agente virale circa il 70% più celermente di quello tradizionale oltre a possedere maggiore patogenicità. Ma il risvolto forse peggiore di questa di questa ostile modificazione è la sua riluttanza ai principali vaccini elaborati della case farmaceutiche internazionali. L'”inglese” è, comunque, già profondamente diffusa sul territorio italiano, basti pensare che, ad oggi, in 1 positivo su 5 è rilevata questa variante del virus. Mentre, secondo il monitoraggio del Ministero della Salute, entro 5/6 settimane la mutazione “inglese” potrebbe sostituire del tutto il SarSCov2 ad oggi circolante.

Leggi anche:  Dove vedere Juventus-Milan Serie A, streaming e diretta tv Sky o DAZN?

Red Devils a Torino, molti campioni negli hotel sabaudi

Presumibilmente la comitiva mancuniana risiederà all'”AllegroItalia –  Golden Palace Hotel“, in passato già sede dei ritiri torinesi dei massimi club mondiali. L’hotel è situato nella centralissima Via Dell’Arcivescovado, per altro la medesima che ospita il quartier generale del glorioso Club Granata, e figura come una signorile struttura alberghiera certificata”5 stelle lusso”. Tra gli altri papabili complessi alberghieri figurerebbero gli altrettanto celebri “Turin Palace“, “NH Collection – Piazza Carlina”, “Principi di Piemonte“, “Gran Hotel Sitea” e “DUPARC Contemporary Suites”.
Seppur non per il motivo che i tifosi della Juventus auspicavano, Paul Labile Pogba si ripresenterà all’ombra della Mole. Lo farà con quelli che, probabilmente non ancora per molto, sono i suoi compagni rossoneri. Verosimilmente la presenza dell’asso francese sul suolo italiano attirerà in Piemonte il suo agente Mino Raiola che potrebbe organizzare un abboccamento, a 3, proprio con il numero uno juventino Andrea Agnelli. Tra gli altri campioni che affolleranno, auspicabilmente in adeguato isolamento, la metropoli del Nord-Ovest italiano sono compresi nomi celebri come quelli di Cavani, Rashford, De Gea ma anche David Silva e Oyarzabal.

  •   
  •  
  •  
  •