Allargamento delle rose per Euro 2020? La UEFA ci pensa

Pubblicato il autore: Federica Palman Segui


La UEFA prende in considerazione l’allargamento delle rose delle nazionali che prenderanno parte a Euro 2020. Attualmente, le rose sono composte da 23 giocatori. La questione è emersa durante l’incontro del Comitato esecutivo della UEFA dello scorso mercoledì. Per i prossimi Europei, rimarrà inoltre in vigore la regola che permette a ogni squadra di effettuare 5 sostituzioni durante la partita.

L’idea di un allargamento delle rose delle nazionali in vista di Euro 2020 deriva dall’alto numero di casi di Covid che ancora si registrano in Europa. Un maggior numero di convocazioni permetterebbe di coprire gli eventuali giocatori positivi, dato che non c’è modo di rinviare i match. Nessuna decisione in merito è però al momento definitiva. Nel caso in cui la proposta venga adottata, gli ulteriori convocati potrebbero essere aggregati alla squadra principale della loro nazionale oppure essere messi in una sorta di lista di attesa.

Entro il prossimo mercoledì, i 12 Paesi che ospiteranno le partite dovranno invece notificare l’UEFA riguardo alla loro disponibilità ad accogliere alcuni tifosi negli stadi. In vista di Euro 2020, l’UEFA dovrà inoltre richiedere specifiche esenzioni dalle restrizioni di viaggio per gli arbitri e, forse, per i media. Allo stato attuale, infatti, nessuna squadra potrebbe raggiungere le semifinali senza giocare in almeno due Paesi.

Roberto Mancini sull’allargamento delle rose per Euro 2020

Anche il ct della nazionale italiana Roberto Mancini, intervistato dalla RAI, si è espresso sull’argomento rose: “Allargarle a 25 o 26 calciatori potrebbe essere una buona cosa, perché la stagione è stata durissima. E poi, non si sa mai: può capitare che, durante il torneo, qualcuno prenda il virus. Poi diventa difficile andare a cercare altri giocatori. Anche perché sarebbero tutti in vacanza. Questa eventualità, nel caso in cui la UEFA decidesse, mi troverebbe assolutamente d’accordo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: